shinystat spazio napoli calcio news Hernanes: "Per vincere lo scudetto dobbiamo meritarlo. Non possiamo sbagliare"

Hernanes: “Per vincere lo scudetto dobbiamo meritarlo. Non possiamo sbagliare”


E’ il profeta Hernanes a tirare le briglia alla Juventus in vista delle ultime otto finali di campionato. La lotta sempre più serrata con il Napoli per il primato non fa dormire sonni tranquilli la compagine bianconera, che a una settimana dalla sfida contro l’Empoli prevista allo Juventus Stadium si prepara al centro sportivo di Vinovo in attesa del rientro dei convocati con le nazionali. Il centrocampista brasiliano è intervenuto quest’oggi ai microfoni di JTV per analizzare proprio la corsa al titolo iridato, che rappresenterebbe il quinto consecutivo per la Vecchia Signora.

NAPOLI, JUVENTUS NELLA FOTO: HERNANES HAMSIK

Questa l’analisi di Hernanes sul momento in casa bianconera: “Stiamo vivendo un buon momento, abbiamo trovato il nostro passo e la giusta mentalità dopo un inizio di stagione non esaltante. Ora però dobbiamo dimostrare la nostra forza, perché i grandi atleti si vedono nel momento dello sprint finale. Mancano otto partite, più la finale di Coppa Italia e dobbiamo spingere ancora di più per arrivare davanti a tutti. Il campionato credo sarà equilibrato fino alla fine, perché anche le squadre che inseguono stanno facendo bene, mentre per quanto riguarda la coppa in una partita secca può succedere di tutto, ma vogliamo finire la stagione in grande stile e affronteremo a finale con tutte le nostre forze”.

Testa rivolta quindi all’Empoli, che non farà regali ai quattro volte campioni d’Italia in carica e proverà a favorire la rincorsa dell’ex mister Sarri verso il primato. Questi, i motivi secondo Hernanes, che devono spingere la Juventus ad affrontare con le dovute precauzioni la compagine di Giampaolo: “Dobbiamo affrontarli con il giusto approccio, perché ora non possiamo neanche pensare di poter sbagliare. In Italia soprattutto nessuna partita si vince o si perde prima di giocarla, ma si deve guadagnare tutto sul campo”.