shinystat spazio napoli calcio news VIDEO - Auriemma litiga con il (finto) portiere del Frosinone, Mughini con Telese. A Tiki Taka è bagarre!

VIDEO – Auriemma litiga con il (finto) portiere del Frosinone, Mughini con Telese. A Tiki Taka è bagarre!


Mai un clima sereno, mai toni pacati e soprattutto mai senza polemiche. Tiki Taka è questo e tanto altro, ma nella settimana del “fattaccio” per eccellenza, ovvero i tanti dubbi che ha lasciato la direzione di gara di Rizzoli nel derby Torino-Juventus, dagli studi di Italia 1 non poteva che venirne fuori che una discussione enorme. E così tra urla e schiamazzi vari, ne nasce un tutti contro tutti. Insomma una bagarre.

In trasmissione tra gli altri c’è anche il presidente del Torino, Urbano Cairo, al quale viene data subito la parola: “Buffon e Higuain? Due grandi calciatori. Buffon è utile anche nel compattare la squadra in momenti difficili come quello dopo la sconfitta di Sassuolo e poi è un grande portiere, Higuain è un grande attaccante: parti sempre 1-0 in ogni partita! Derby? Nel primo tempo il Toro è stato meno brillante di quello che mi sarei aspettato, mente nel secondo tempo siamo partiti bene e abbiamo quasi pareggiato. Se mi sento scippato? Non devo essere io a dirlo, è talmente evidente che non ho nulla da dire. Il gol di Maxi Lopez c’era, così come probabilmente due espulsioni per la Juve. Mister Ventura era molto arrabbiato, non l’ho mai visto così. Saremmo andati sul 2-2 con la Juve in dieci, tutto sarebbe cambiato: le partite non sono mai a senso unico, l’aspetto psicologico incide nonostante il primo tempo scontato. C’era il secondo giallo di Bonucci, così come il secondo di Alex Sandro e quindi c’erano due espulsioni per la Juve. Non è il primo derby in cui siamo stati penalizzati, anche nel derby del 2014 c’era una posizione netta di fuorigioco di Tevez e un fallo in area di Pirlo su El Kaddouri sull’1-0.”

cairo melissa satta ria antoniou

La discussione entra poi nel vivo con l’arbitro Graziano Cesari che inizia con la moviola del derby di Torino: “Rizzoli ha iniziato la partita male e l’ha finita peggio. Il calcio di rigore per i granata è ineccepibile e le proteste di Bonucci sono immotivate e non tollerabili. Alex Sandro doveva essere ammonito oltre al rigore perché il suo è un intervento assolutamente imprudente, estremo e che tocca le gambe dell’avversario. È anche un’azione pericolosa, per cui il giallo va dato. Al 53′ il Toro protesta nuovamente per un fallo di Bonucci su Maxi Lopez che è da giallo: è giallo perché Bonucci tenta un anticipo improbabile e trattiene l’attaccante che poteva andare verso la porta avversaria. La trattenuta per regolamento è ammonizione. Sul 2-1 annullato un gol assolutamente regolare al Torino per presunto fuorigioco: l’assistente si chiama Tonolini e per un assistente come lui che parteciperà ai prossimi Europei è facile vedere perché era posizionato correttamente! Ha sbagliato perché ha visto la sagoma, il corpo di Maxi Lopez ritenendo che dietro di lui non ci sia nessuno: è un errore grossolano, nel dubbio si lascia correre e l’arbitro decide“.

a quel punto interviene il tifoso bianconero Giampiero Mughini: “Allora. Innanzitutto fatemi dire che Buffon è il più forte portiere al mondo, meritava questo record che credo nessuno batterà più: non ci sarà nessun’altra difesa forte nel calcio moderno come quella della Juve con Barzagli, Bonucci e Chiellini. Rizzoli? Il rigore c’era e non ci sono dubbi, che ci fosse negligenza o sragionevolezza ci può essere qualche dubbio. Trovo poco ammirevole che una partita dominata dalla Juve possa essere messa in discussione per un episodio di un minuto“. Risponde subito il giornalista e tifoso della Roma, Luca Telese: “Giampiero ma come fai di re certe cose!? Nella stessa azione avvengono due cose assurde: prima il fallo di Alex Sandro che entra con entrambe le gambe unite e falcia Bruno Peres non venendo ammonito, poi c’è Bonucci che vuole aver ragione e protesta quasi come se volesse menare l’arbitro. Questo è uno scippo a tutti gli amanti del calcio! Come si fa a negare che la rimonta del Torino dal 2-0 al 2-2 non avrebbe cambiato la partita?“. “Telese ma smettila di dire put******! Queste sono solo put******! Put******!“, urla Mughini. A sostegno della tesi di Mughini arriva anche l’altro tifoso juventino presente in studio, Massimo Zampini: “Non dite fesserie, ma come faceva il guardialinee a vedere che dietro Maxi Lopez c’era il piede di Cuadrado che lo teneva in gioco. Era impossibile da vedere!“. A quel punto interviene ancora Cesari: “Non dite stupidaggini che non è netto il fuorigioco solo perché millimetrico, vi ricordo che in Napoli-Juve dello scorso anno c’è stata una situazione analoga e pure si è lasciato giocare!“.

Poi la parola viene lasciata al giornalista e tifoso partenopeo Raffaele Auriemma: “Per prima cosa fatemi dire che spero Buffon resti in attività fino a 40 anni per vincere un altro mondiale. È probabile che nessuno più riuscirà a battere il record che ha ottenuto“. Poi si rivolge a Mughini e Zampini: “Ma l’istituto giuridico dell’ammissione per gli juventini non esiste proprio? Per loro sarebbe stato molto più semplice dire l’arbitro ha sbagliato“. Da lì ne nasce una baruffa dove ognuno dice quel che vuole nel caos più totale, con Mughini che improvvisamente si accascia ed esclama: “No, io prendo sonno!“. Alla fine è Massimo Zampini a prendere la parola ed accusa a sua volta il Napoli di aver avuto favori arbitrali: “Vieni a parlare di noi quando il Napoli ha segnato un gol con 2 metri di fuorigioco?“. Il conduttore, Pierluigi Pardo, interviene promettendo di far vedere anche gli episodi che riguardano il Napoli, ma subito viene interrotto: “E no mi devi far parlare – risponde ancora Auriemmaperché se poi sento ancora il portiere del Frosinone, Zappino (in realtà ce l’ha con Zampini ma ne storpia completamente il nome, ndr), che deve parlare del fuorigioco di mezzo metro al 92′ allora mi viene da ridere ancora di più. Se avessero detto che l’arbitro ha sbagliato, punto. allora sarebbe andato tutto bene, invece no: subito a cercare gli argomenti per discolparsi, questo fanno gli juventini“.

ECCO IL VIDEO DELLA LITE:

Prova infine a chiudere la discussione Graziano Cesari che analizza gli episodi di Napoli-Genoa: “Nel secondo gol del Napoli, la fantastica rete di Higuain, c’è un intervento a mio parere scorretto di Koulibaly su Cerci per cui il gioco doveva essere fermato. Il difensore partenopeo prende prima il tallone di Alessio Cerci, sul pallone non ci arriva mai. Sul gol del 3-1 del Napoli c’è un fuorigioco di Gabbiadini, ma per l’assistente è impossibile da vedere perché posizionato malissimo: era molti metri dietro la linea. Sarri si è lamentato per la posizione di battuta della rimessa laterale nel gol dell’1-0 del Genoa: in effetti la posizione di battuta è molto in avanti” (anche se il giudizio in questa circostanza è sembrato abbastanza fiscale, ndr). “Che c’è Raffaele, ora non parli?” – dice Zampini punzecchiando il collega Auriemma – “Ma che cosa dite, Koulibaly anticipa nettamente il giocatore del Genoa. Se prendete l’immagine da un’altra prospettiva lo vedrete chiaramente“, risponde ancora il giornalista napoletano. “Se parliamo di prospettive allora ce n’è una dove sembra che Alex Sandro prende il pallone” – ribatte Simone Pepe, ex calciatore della Juventus e ora al Chievo, ed anche lui ospite della serata. “Ma quale pallone, Alex Sandro non lo prende mai il pallone!“, chiude ancora Auriemma.

Insomma una serata ricca di discussioni e punti di vista che lasciano più di un dubbio su chi avesse effettivamente ragione. Per fortuna ad allietare la serata nella confusione della trasmissione è stata la presenza della modella greca Ria Antoniou, che di calcio non capirà granché (lei dice di conoscere il calcio greco, ma poi non ha riconosciuto il mitico Alberto Malesani, ex Panathinaikos, che era in collegamento), ma fortunatamente compensa questa mancanza con altre “doti” (CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO DI RIA ANTONIOU).

ria 2

RIPRODUZIONE RISERVATA