shinystat spazio napoli calcio news Sarri in conferenza: "Non ho visto Toro-Juve, non mi volevo incazzare! Contento per la vittoria, ora otto gare da vincere"

Sarri in conferenza: “Non ho visto Toro-Juve, non mi volevo incazzare! Contento per la vittoria, ora otto gare da vincere”


Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, ha commentato la bella vittoria dei suoi, al San Paolo, contro il Genoa. Ecco le parole del tecnico partenopeo in conferenza stampa, evidenziate dalla nostra redazione: “Allan dopo ogni panchina fa sempre una grande prestazione. Gioca su grandi livelli ma stasera sono contento di tutti, soprattutto per chi è entrato dalla panchina con rabbia, voglia e determinazione. Mi sarebbe piaciuto vedere un gol di Gabbiadini, ma è stato determinante anche per El Kaddouri, per il quale sono molto contento. Tre ragazzi che entrano con così grande voglia, per noi è importante. Secondo posto? Non facciamo calcoli, non dobbiamo farli proprio in questo momento. Ragioniamo partita per partita, guardiamo alle prestazioni: le grandi partite portano ai risultati. Siamo contenti di aver riempito il San Paolo che dà sempre emozioni uniche. Continuiamo a giocare come sempre fatto finora. 

sarri conferenza

Sul gol del Genoa abbiamo perso una palla fuori area, non ho notato se siamo stati blandi o meno ad uscire, Rincon ha tirato da venti metri. In casa ci stiamo abituando ad andar sotto, per fortuna reagiamo sempre ma sarebbe ora di tenere i primi venti minuti sullo zero a zero (ride, n.d.r). Dopodiché abbiamo sbagliato per il nervosismo, nel secondo tempo abbiamo subito pareggiato e così abbiamo vinto, abbiamo ricevuto l’energia per reagire anche se con troppa foga, lasciando agli avversari qualche spazio. La voglia di vincere però è encomiabile. Esterni? Hanno giocato bene, lo stesso Callejon ha attaccato benissimo la profondità, un fuorigioco fischiatogli non c’era. In questo tipo di partite, avere Mertens in panchina, ti fa venire voglia di metterlo perché può creare sempre scompiglio e l’abbiamo inserito, così come Gabbiadini. Derby di Torino? Non ho visto la partita, mi sembra strano che il loro risultato abbia inciso sul nostro, ormai è un mese che giocano prima di noi, siamo abituati. Non possiamo dirlo, altrimenti uno si lamenta. Non abbiamo mai visto una delle prime tre giocare alle dodici e trenta, sul finire di campionato. Non ho visto comunque la gara, nemmeno di Champions. Non ho pensato a spendere energie per un qualcosa che non poteva influire e magari per incazzarmi anche (sorride, n.d.r). Sono contento della squadra, stasera non voglio incazzarmi, lo farò domani (ride, n.d.r). 

Sono contento per un gruppo straordinario che ha fatto progressi straordinari, che gioca con ferocia e determinazione. Abbiamo vinto venti gare su trenta, abbiamo quattro punti in più del risultato finale dello scorso anno, abbiamo un ragazzo che ha fatto ventinove gol, abbiamo una squadra che si è rivalutata in questa stagione. I ragazzi stanno facendo qualcosa di straordinario, lo ripeto, stiamo andando oltre. 

Prossime otto gare? Mi preoccupano tutte, si incrociano squadre che stanno bene fisicamente, se poi vai sotto il tutto si complica. Ogni gara diventa difficile, abbiamo vissuto questa stagione senza fare calcoli e tabelle, mi piacerebbe che la squadra continuasse su questa strada”.

Da notare anche un siparietto col collega Paolo Del Genio, il quale chiedeva a Sarri se avesse saputo (o avesse visto) dell’errore arbitrale nel Derby di Torino (gol regolare di Maxi Lopez annullato per fuorigioco, n.d.r). Il tecnico partenopeo ha glissato: “No, veramente non l’ho visto ma da come mi stai dicendo è stato un quadro di orrore, meglio così: non mi sono incazzato” – il tutto ridendo, in un clima disteso e gioviale.

Preferenze privacy