shinystat spazio napoli calcio news Allegri: "Dicono che siamo favoriti dagli arbitri? Io ricordo altro. Fatemi dire una cosa sul Napoli"

Allegri: “Dicono che siamo favoriti dagli arbitri? Io ricordo altro. Fatemi dire una cosa sul Napoli”


Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita con il Torino parlando di tantissimi argomenti, tra i quali gli infortuni in casa bianconera, del Napoli di Sarri e dei presunti favori arbitrali a favore della Juve. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli:

NAPOLI, JUVENTUS NELLA FOTO: ALLEGRI

CHIELLINI – “Ha problemi ai polpacci, da anni, lo sapete meglio di me: li ha avuti ogni anno; una volta gli servono cinque giorni per metterli a posto, altre volte dieci, altre ancora venti. Essendoci la sosta, rischiarlo è da sciocchi, visto che Rugani è pronto per giocare”.

DYBALA – “Paulo è convocato, quindi può giocare. Devo decidere, quindi difficilmente potrò dare la formazione: devo ancora valutare chi è a disposizione, a parte Buffon. Per il Toro, sarà la partita della stagione, poi è un derby: bisognerà essere punti, sia dal punto di vista mentale che di approccio alla partita. Ci vorrà calma”.

LA DIFESA – “Giochiamo a tre. Uno tra Bonucci, Barzagli, Rugani ed Evra rimane fuori: uno viene in panchina, se ci fosse bisogno di un cambio”.

DELUSIONE, SÌ, MA… – “È normale ci sia delusione, perché siamo usciti dalla Champions, dopo aver giocato ai livello del Bayern Monaco. Ma non dimentichiamo che siamo in testa al campionato, che vogliamo vincere, in finale di Coppa Italia e abbiamo vinto la Supercoppa. Uscire contro il Bayern ci può stare, se poi un episodio fosse andato a nostro favore… ma ciò non deve intaccare il nostro cammino verso lo Scudetto”.

ARBITRI – “Ventura ha detto che il Toro è stato sfavorito dagli arbitri nei derby? Non ricordo nemmeno l’arbitraggio di mercoledì, quindi figuriamoci come faccio a ricordarmi di quelli contro il Torino, nelle partite precedenti. Credo che Ventura abbia fatto un lavoro importante dal Torino, dandogli un gioco. Domani, sarà una partita importante per entrambi, ma è una partita a sé: non contano le altre otto. Dobbiamo affrontarla senza essere nevrotici, giocando bene a calcio: ci sarà caldo e speriamo di trovare un campo in buone condizoni”.

SCUDETTO – “Dicevo che dovevamo provare a vincere lo Scudetto, qualche settimana fa? Le cose sono cambiate, perché ora dipendiamo da noi stessi. Abbiamo tre punti di vantaggio sul Napoli, che sta facendo grandissime cose. Il campionato è lungo, domani pensiamo al derby e a chiudere questo ciclo importante che abbiamo affrontato. Poi ci sarà la sosta, recupereremo energie e ci prepareremo al rush finale”.

POSITIVITÀ – “Abbiamo avuto un giorno di riposo, ma bisogna guardare avanti! Il risultato di mercoledì non lo cambia nessuno. La partita di domani vale un pezzo di Scudetto, quindi bisogna essere pronti. Abbiamo fatto un cammino importante, ma non abbiamo ancora concluso niente. Quella di domani è la partita più importante”.

CONDIZIONE FISICA – “È stata una partita fisica, mercoledì, ma la squadra ha riposato bene. Bisogna ricaricare le pile a livello mentale, perché il nostro obiettivo è il quinto Scudetto: è una cosa straordinaria, quasi irripetibile. Ma non dobbiamo pensare a quante partite bisogna vincere”.

Preferenze privacy