shinystat spazio napoli calcio news Lo sprone di Sarri agli azzurri: oggi bisogna concretizzare di più. Poi in futuro si cambierà

Lo sprone di Sarri agli azzurri: oggi bisogna concretizzare di più. Poi in futuro si cambierà


“Siamo stati troppo leziosi, queste gare bisogna chiuderle prima”: le parole di Maurizio Sarri hanno tenuto banco non solo nell’immediato post partita di Palermo, ma anche in questi giorni a Castel Volturno. Perché vincere per 1-0 è lecito, per carità, però allo stesso tempo pericoloso per una squadra come il Napoli, che non ha – non almeno ancora – le caratteristiche per poter amministrare la partita.

CONCRETIZZARE – La parola d’ordine, attualmente, è questa. Gli azzurri continuano a creare gioco, e con esso numerose occasioni da gol, ma non riescono a concretizzarne tante, come invece avveniva tempo fa. Questione di brillantezza psicofisica forse, più semplicemente di sfortuna o di imprecisione degli attaccanti. allenamento napoli castel volturno hamsik chirichesFatto sta che a Palermo è andata bene, ma potrebbe non essere sempre così. Per questo Sarri, negli allenamenti degli ultimi giorni, ha puntato molto sulla fase offensiva, anche perché l’altro verso della medaglia racconta di una retroguardia che ormai ha mandato a memoria movimenti e schemi difensivi. Non una critica, giusto specificare, anche perché sarebbe assurdo criticare un attacco che ha realizzato, finora, la bellezza di 59 gol. Piuttosto uno sprone a migliorare questo score per due motivi: non rischiare di pareggiare partite che vanno vinte, e soprattutto prepararsi nel miglior modo possibile all’eventualità in cui ci sia un arrivo a pari punti con la Juventus.

POI SI CAMBIERÁ – Non c’è niente di male a vincere per 1-0, come dicevamo. Anzi: in Italia, molto spesso, le squadre che hanno vinto i campionati lo hanno fatto con tanti risultati di questo tipo. Ecco, questo sarà forse l’ennesimo passo da fare per il Napoli, magari in un futuro non troppo lontano: imparare ad amministrare le partite, arrivare al massimo risultato con il minimo sforzo, perché l’augurio di tutti è che ci siano sempre tante partite da giocare, e di conseguenza non sempre si potrà andare con il piede schiacciato sull’acceleratore. Talvolta dovrà essere sufficiente – se non necessario – vincere anche con il minimo scarto. Ma questa è un’altra storia. Per ora, fa bene Sarri a chiedere ai suoi di andare sempre a mille: mancano 9 partite, il rettilineo finale è vicino, la paura di andare fuori strada è un’eventualità da non prendere nemmeno in considerazione.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano