shinystat spazio napoli calcio news IL DATO - Palermo vittima preferita di Hamsik, lo slovacco vuole segnare al Barbera per eguagliare Maradona

IL DATO – Palermo vittima preferita di Hamsik, lo slovacco vuole segnare al Barbera per eguagliare Maradona


La cresta alta a mo’ di distintivo, quella che Hamsik sfoggia a Napoli da quasi 9 anni e che ha tinto d’azzurro dopo aver vinto la Coppa Italia. La sua cresta, Marek, l’ha alzata spesso per esultare: 80 volte solo in Serie A. Gli manca una sola rete per raggiungere il più forte di sempre: Diego Armando Maradona.

Un’eventuale rete a Palermo varrebbe il terzo posto della classifica marcatori all time del Napoli. Una pagina di storia azzurra, quella che Hamsik sta scrivendo ormai da quando, nel 2007, arrivò ventenne all’ombra del Vesuvio. Ne è passata di acqua sotto i ponti: soddisfazioni immense, quella scalata che l’ha portato a indossare la fascia di capitano e a giurare amore alla maglia azzurra. Ma anche momenti difficili: il tredicesimo posto del 2009, le critiche dello scorso anno, le voci di una separazione dal Napoli. Una follia: la maglia azzurra, Marek, ce l’ha tatuata sulla pelle. Hamsik

Allora forse è un bene che nelle scorse 7 partite Hamsik non abbia segnato. Forse il merito è del destino, che domenica metterà contro Napoli e Palermo. Già, il Palermo: la vittima preferita di Marek Hamsik. 7 goal in 15 partite. Alcuni fondamentali, come quello che nel 2007/08 decise la sfida in zona Cesarini, altri splendidi, come quello inutile a Palermo nel 2009. 3 al San Paolo e 4 al Barbera, ruolino di marcia che lascia ben sperare in vista di domenica. In questa stagione Marek ha segnato 7 goal, 5 nel solo campionato. In A non va a bersaglio da gennaio ma l’ultimo goal, splendido, risale a poche settimane fa: chiedere al Villarreal e ad Areola. Ora, però, è arrivato il momento di tornare a timbrare il cartellino anche in campionato, per scrivere un’altra pagina di questa meravigliosa storia.

Vittorio Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA