shinystat spazio napoli calcio news PRIMAVERA - Napoli corsaro a Terni, finisce 2-1. Prima vittoria in trasferta per gli azzurrini, Luise e Liguori decisivi. Negro sbaglia dal dischetto

PRIMAVERA – Napoli corsaro a Terni, finisce 2-1. Prima vittoria in trasferta per gli azzurrini, Luise e Liguori decisivi. Negro sbaglia dal dischetto


Buona la ventunesima, è il caso di dirlo. La Primavera azzurra pone fino ad un ruolino da Caporetto lontano dalle mura amiche contraddistinto da dieci gare senza vittorie. Lo fa con una gara dominata, ennesimo segnale di una squadra che dalla gara contro l’Empoli ha inanellato quattro risultati utili consecutivi.

La cronaca. Il Napoli guidato da Giampaolo Saurini parte in quinta, piede fermo sull’acceleratore ed al quinto minuto è già in vantaggio: scorribanda di Tammaro – acquistato a gennaio dal Genoa, all’esordio dal primo minuto – che serve Luise, rapace nell’anticipare i diretti avversari e griffare il vantaggio partenopeo. Un blitz che lascia il segno, con gli umbri allenati da Avincola che non riescono a trovare le giuste contromisure agli affondi degli azzurrini. Pallino del gioco costantemente nella gestione dei partenopei che nel finale della prima frazione di gara colgono una traversa con Procida. La ripresa segue le orme dei primi 45′ di gioco ed al sessantesimo Negro spreca dal dischetto l’occasione per mettere in ghiaccio l’incontro. Il bomber azzurro si fa ipnotizzare da Alleori vanificando il penalty guadagnato da Procida. Il Napoli, da par suo, non patisce alcun contraccolpo, e dopo dieci minuti chiude i giochi con Liguori – subentrato nel primo tempo a causa dell’infortunio di Tammaro – bravo a finalizzare un’ariosa azione collettiva. A nulla vale il goal dei rossoverdi nel finale siglato da Tedesco su tap-in.

Foto: Daniele Sannino

Una vittoria che dà morale e porta gli azzurri al decimo posto in classifica nel girone C. Viatico positivo in vista della trasferta di Bari, nel percorso di un gruppo che sembra aver dato la giusta sterzata ad una stagione vissuta tra molti bassi e rari spunti positivi.

Preferenze privacy