shinystat spazio napoli calcio news Ag. Koulibaly: "Al Napoli mancano le strutture e lo stadio. Cessione? È la società a decidere, ma..."

Ag. Koulibaly: “Al Napoli mancano le strutture e lo stadio. Cessione? È la società a decidere, ma…”


Bruno Satin, manager di Kalidou Koulibaly, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Crc, durante la trasmissione “Si Gonfia la Rete”. Queste le sue parole: “Contro la Juve il Napoli è stato sfortunatissimo, i bianconeri volevano il pareggio e non aspettavano altro, poi hanno segnato in modo fortunoso. In Europa League è stato negato un rigore netto al Napoli: agli azzurri non regalano mai nulla. L’anno scorso contro il Dnipro il Napoli fu fatto fuori con un gol irregolare, allo stesso modo stavolta c’è stato un fallo di mano palese a nostro favore e non hanno fischiato. A Firenze meritavamo di più, ma il portiere ha salvato il risultato. Kalidou ha fatto un paio di errori che mi hanno fatto paura, specie in occasione della traversa di Kalinic, ma ha mostrato la solita determinazione in fase difensiva. Su certe cose deve migliorare, vedo dei fraseggi con Jorginho un po’ pericolosi, ma sono indicazioni di Sarri, quindi va bene così. Ha margini di crescita e talvolta deve essere più efficace. Tecnicamente gioca lui tutti i palloni della difesa, Albiol deve prendersi maggiori responsabilità. Gliel’ho detto: non può pensare di fare lui gli assist da dietro”.

Mercato? Sono sempre in giro per l’Europa, vedo tanti club. Le squadre importanti lo seguono, ma ora dobbiamo concentrarci sul finale di stagione perché lo scudetto si può ancora conquistare. A tempo debito parleremo con la dirigenza. Messaggi al Napoli? A livello di strutture bisogna migliorare tanto: mancano stadio all’altezza ed un campo d’allenamento di altissimo livello, se vogliamo paragonarci a club come il Real Madrid. Interpretatela come volete, potete anche incavolarvi per queste opinioni, ma girando l’Europa vedo che mancano strutture paragonabili ai top club. È un messaggio anche per il sindaco: finché non ci saranno certe strutture, non potremo avere ambizioni importanti. Un miracolo puoi farlo un anno, ma durare così è diverso”.

Chiederemo la cessione in caso di richieste da club di Champions? A scegliere è sempre il giocatore. Io curo i suoi interessi, se dirà di voler partire allora lavoreremo di conseguenza. Valuteremo le proposte, ma tutto è in mano alla società, che detiene il suo cartellino sino al 2019. Vige la legge del mercato, la conosciamo ma non la controlliamo noi. Possono arrivare offerte, il Napoli ha rifiutato offerte importanti per Gabbiadini anche se Manolo non trova spazio in questa squadra. Nel 4-3-3 non sanno dove metterlo, eppure non si è mosso. L’intesa con Albiol è buona, ma Kalidou si trova bene anche con Chiriches. Con Reina comunica bene, insieme fanno un bel lavoro. A chiunque farebbe piacere giocare in un club che disputa stabilmente la Champions, ma l’immagine dei tifosi che indossano la sua maschera gli è rimasta nel cuore. Sa che la città gli vuole bene e lui vuole bene alla città”.