Novothny, ritorno con gol. Roberto Insigne salva l’Avellino, bene Gaetano e Guardiglio a Taranto

Un altro weekend di grande calcio passa agli archivi. Tutti i calciatori, nei rispettivi club di appartenenza, sono stati a modo loro protagonisti, compresi tutti quelli che il Napoli ha ceduto in prestito, per maturare e farsi le ossa, in attesa del grande salto in categorie maggiori o, perché no, di un ritorno all’ombra del Vesuvio. Come di consueto, in questa rubrica di SpazioNapoli.it si seguiranno i progressi di ognuno di loro.

ESTERO – Ultimi dodici minuti in campo per Josip Radosevic che, gradualmente, si sta inserendo all’Eibar, questa settimana vittorioso contro il Levante di Giuseppe Rossi per 2-0. È tornato in campo, con tanto di rete,  anche Soma Novothny: il campionato ungherese che è ufficialmente ripartito dopo la pausa invernale, due a zero anche per il suo Diosgyori contro il fanalino di coda Bekescsaba. Non ancora in campo con l’Estudiantes Mariano Andujar: nella seconda giornata della Primera Division gli argentini hanno battuto per 0-1 l’Atletico Rafaela. In Eredivise invece il Twente continua la risalita, arrivando al tredicesimo posto e uscendo così dalla zona rossa della classifica. Ancora una volta Bruno Uvini è sceso in campo da titolare, ormai una costante in questa stagione.

SERIE A – La Fiorentina ha superato l’Inter ma, come ormai noto, in campionato Luigi Sepe non trova spazio, sovrastato da Ciprian Tatarusanu. Probabilmente l’ex Empoli scenderà in campo questo giovedì, dato l’ormai imminente ritorno dell’Europa League. Solo panchina per Juan Camilo Zuniga, con il Bologna corsaro in Friuli, vittorioso per 0-1 sul campo dell’Udinese di Duvan Zapata, il quale è entrato al sessantesimo ed è andato vicino anche alla rete del pari, con un sinistro che ha impensierito, e non poco, la retroguardia dei felsinei. Non ha ancora debuttato Jonathan De Guzman con il Carpi, mentre Eddy Gnahoré è rimasto in panchina nella sfida che i carpigiani hanno perso, in casa, contro la Roma 1-3. Purtroppo però, per il ventiduenne ex Carrarese, non ci sono buone notizie: infatti, nella giornata di sabato, intorno alle diciannove, Gnahoré è stato vittima di un brutto incidente, sulla Brescia-Torino, all’altezza di Tortona. La sua auto si è scontrata con un camion. Gravi le sue ferite, ma nessun pericolo di vita (Clicca qui per tutti i dettagli). Chiusura con l’Empoli, sconfitto in casa dal Frosinone grazie alla doppietta di Ciofani per 1-2: anche questa volta Raffaele Maiello ha fatto solo panchina.

SERIE B – Gennaro Tutino è passato, come è noto, dall’Avellino al Bari ma la musica non è cambiata. Il talento classe ’96 infatti ha giocato coi galletti, ma con i ragazzi della Primavera, dove peraltro è stato grande protagonista: due partite e tre gol. Infatti è sua la doppietta che ha permesso al Bari, quantomeno, di accorciare le distanze e ridurre il passivo, con l’Ascoli vittorioso per 5-2. Sessanta minuti in campo per Nicolao Dumitru, ma il suo Latina ha ceduto contro il Cagliari, vittorioso per 1-3 e sempre più in fuga verso la Serie A. Bel confronto anche tra Roberto Insigne e Jacopo Dezi, con quest’ultimo che ha beccato anche un cartellino giallo,  in Avellino-Bari 1-1. Il fratello di Lorenzo infatti, entrato al cinquantaquattresimo, ha poi pareggiato a circa venti minuti dalla fine: bel gol il suo, condito anche dal messaggio mandato tramite i microfoni di Sky Sport a Lorenzo, poche ore dopo impegnato a Torino (Juventus-Napoli 1-0, n.d.r).

LEGA PRO – Ancora fermo ai box Giuseppe Nicolao, ma il suo Melfi non inverte il trend negativo è cade ancora, sconfitto pesantemente a Benevento per 3-0. Solo panchina per Emanuele Allegra, col suo Martina Franca che ha pareggiato per 2-2 contro il Monopoli. Confronto anche tra Fabrizio De Simone e Luca Palmiero che si sono “sfidati” in Messina-Paganese 2-2: purtroppo nessuno dei due è sceso in campo, alla pari di Giuseppe Palma, sconfitto con l’Ischia sul campo dell’Akragas. Solo panchina per Mario Prezioso, col Teramo vittorioso per 2-0 contro il Tuttocuoio. Altro confronto tutto napoletano tra Rimini e Siena, con i romagnoli vittoriosi per 2-0: né Igor Lasicki né Alfredo Bifulco, compagni di squadra in Romagna, sono scesi in campo mentre tra i toscani Daniele Celiento è sempre più una certezza, sia da esterno alto, sia da esterno basso. Pisa-Santarcangelo è finita 2-1 per i padroni di casa ed Antonio Romano si è accomodato in panchina anche questa volta, come il giovane portiere Nikita Contini, in L’Aquila-Spal 0-0, e Armando Anastasio, in un altro zero a zero, questa volta tra Sudtirol e Padova. Chiusura, come di consueto, sulla Serie D, gruppi H ed I: il Taranto ha superato il Torrecuso per 2-1. Ancora panchina per Lombardi, mentre Gaetano e Guardiglio hanno disputato una buona gara, contribuendo alla vittoria dei pugliesi. Nell’altro gruppo invece, la Frattese ha superato Città di Scordia, con Raffaele Selva che è sceso in campo contribuendo allo schiacciante successo dei suoi.