shinystat spazio napoli calcio news COPA AMERICA - Il Cile batte l'Uruguay e va in semifinale. Buona la prova di Edu Vargas, espulso Cavani

COPA AMERICA – Il Cile batte l’Uruguay e va in semifinale. Buona la prova di Edu Vargas, espulso Cavani


È festa grande in Cile dove la nazionale del CT Sampaoli si è qualificata per le semifinali della Copa America 2015. La Roja ha infatti battuto l’Uruguay per 1-0 grazie ad una rete di Mauricio Isla all’81’. Ha pesato però sull’esito dell’incontro l’espulsione del Matador Edinson Cavani che è stato allontanato dal campo per un doppio cartellino giallo.

Buona anche la prova dell’attaccante del Napoli Edu Vargas che è restato in campo per 70′ facendo a sportellate con i rocciosi centrali difensivi uruguayani, sfiancandoli con tanto movimento e mettendoli spesso sotto pressione con varie accelerazioni.

Nel primo tempo il canovaccio del match risulta subito essere chiaro: il Cile attacca e l’Uruguay pensa soltanto a difendersi mettendo 11 calciatori dietro la linea della palla. Gran mattatore della serata è stato Jorge Valdivia che con giocate sopraffine ha più volte mandato i compagni davanti la porta avversaria per poi essere fermati poco prima della stoccata decisiva. Nella ripresa il trequartista del Palmeiras cala, così come tutta la Roja, e l’Uruguay riesce a farsi vedere in un paio di circostanze andando vicina alla rete: infatti prima con Rolan in mischia e poi Carlos Sanchez con un gran tiro da fuori, la Celeste sfiora il gol nonostante l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione di Cavani a metà ripresa. Alla fine è l’ex Udinese e Juventus, Mauricio Isla, a trovare la rete della qualificazione con un preciso destro dal limite dell’area su assist del solito Valdivia.

Nel finale di gara all’Uruguay saltano i nervi e vengono espulsi prima Fucile per un fallaccio ai danni di Alexis Sanchez, e poi il CT Tabarez per proteste. Il Cile è la prima formazione qualificatasi per le semifinali di questa edizione della Copa America; adesso attenderà la vincitrice tra Bolivia e Perù.