Home » News Calcio Napoli » La bolgia di Trebisonda pronta ad esplodere, tutto esaurito allo stadio "Huseyin Avni Aker"

La bolgia di Trebisonda pronta ad esplodere, tutto esaurito allo stadio “Huseyin Avni Aker”

“Il Napoli giocherà contro una squadra motivata e soprattutto una tifoseria molto affettuosa. Il clima calcistico qui è caldissimo e tra le mura amiche daremo ancor più il massimo”. Il perfetto riassunto di ciò che troverà stasera il Napoli a Trebisonda sono proprio le prime dichiarazioni in conferenza stampa de tecnico turco Ersun Yanal (Leggi Qui) che fa dello stadio “Huseyin Avni Aker” un vero punto di forza, asso nella manica del Trabzonspor. Un clima infuocato quindi, per un impianto di gioco che si preannuncia esaurito in ogni ordine di posto: 25.000 tifosi assisteranno alla gara d’Europa con solo 100 sostenitori azzurri attesi a Trebisonda, bloccati ieri in viaggio causa neve.

LEGGI ANCHE:   Non solo Deulofeu: l'Udinese propone un altro giocatore al Napoli!

IL CLIMA. Gelo all’esterno, clima rovente all’interno: lo stadio di Trabzon è un vero catino di passione, da sempre punto di forza della squadra turca, con una tifoseria molto passionale e che sostiene incondizionatamente i propri beniamini. Non a caso, è posizionato in un posto nevralgico della città, giusto nel centro, davanti al quale bisogna assolutamente passare anche solo per raggiungere negozi di prima necessità. Ogni angolo trasuda di passione, colmando così il gap tecnico con le avversarie che passano per Trebisonda. “Conosciamo bene il valore del Napoli – ha dichiarato ieri in conferenza il mediano turco Soner Aydoğdu – ma davanti al nostro pubblico non vogliamo sbagliare ed avremo quella carica in più per fare bene”.

LA TRADIZIONE. Stadio infuocato e grande tradizione: al minuto 61 i tifosi locali si scatenano, ricordando un particolare evento della storia di Trebisonda del 1461. Ma non solo: i tifosi tengono tantissimo all’Europa, indiscussa vetrina internazionale, ancor più al cospetto di giocatori del calibro di Higuain, Callejon e lo stesso tecnico Benitez, di altissima caratura. Dal suo canto, il Napoli non sottovaluta né avversaria né ambiente, ben abituata a situazioni ostili o particolarmente calde, Doha docet. Insomma, staserà si preannuncia una sfida davvero particolare con le due suqadre davvero cariche e motivate alla conquista della vittoria.

LEGGI ANCHE:   Rinnovo Mertens: quando potrebbe esserci l'incontro decisivo con ADL

Alessia Brtiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA