Home » News Calcio Napoli » Il caso Osimhen pronto a essere riaperto dalla giustizia sportiva? Può succedere in un caso

Il caso Osimhen pronto a essere riaperto dalla giustizia sportiva? Può succedere in un caso

La notizia del giorno è che la Procura di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati il nome del presidente Aurelio De Laurentiis in merito al caso Osimhen. Il patron azzurro, nel particolare, è accusato di falso in bilancio, con l’operazione che ha portato il nigeriano in azzurro nell’estate del 2020 dal Lille che ritorna, a questo punto, nel mirino delle indagini.

A fare il punto della situazione è l’edizione online de La Gazzetta dello Sport, secondo cui il caso potrebbe riaprirsi anche in sede sportiva. Di seguito, quanto analizzato dalla medesima fonte:

“La situazione, almeno come quadro generale, è simile a quella che a Torino ha portato la procura della Repubblica a iscrivere fra gli indagati sei dirigenti juventini, fra i quali il presidente Andrea Agnelli. L’accusa è quella di falso in bilancio per la questione delle plusvalenze, un fascicolo che dal punto di vista della giustizia sportiva si è risolto con un nulla di fatto sia in primo grado sia in appello. I giudici, infatti, pur sottolineando un intervento normativo sull’argomento, hanno smontato il modello di parametri della procura federale che aveva stilato una tabella con i valori “reali” e un’altra con quelli fittizi o presunti tali, iscritti a bilancio dalle società. Gli 11 club e i 62 dirigenti sotto accusa, fra i quali Juventus e Napoli, e gli stessi Agnelli e De Laurentiis, erano stati prosciolti dalle accuse.

Aurelio De Laurentiis e Andrea Angelli (Photo by Filippo MONTEFORTE / AFP) (Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Ora si tratta di vedere se il materiale investigativo raccolto dalla procura di Napoli potrà portare a una riapertura del caso anche in sede sportiva. Nell’ambito del codice di giustizia della Figc gli articoli di riferimento potrebbero essere il 4, la “mancata lealtà”, e il 31, sulle “violazioni gestionali”. Che ha però una gravità differente a seconda del comma 1 o del comma 2 (quello in cui le violazioni avrebbero permesso l’iscrizione ai campionati che altrimenti non sarebbe stata possibile).

Cosa rischia il Napoli in caso di riapertura del caso in sede sportiva?

Nel caso in cui l’accusa, in tutte le sue forme, fosse invariata rispetto a quella tenuta presente in sede sportiva, il Napoli non rischierebbe nulla. Tuttavia potrebbe esserci una riapertura del caso, cos’ come spiegato poc’anzi. Cosa potrebbe succedere in tale eventualità?

LEGGI ANCHE:   Napoli, è morto Garella: portiere del primo Scudetto

“Nel caso della mancata lealtà – si legge da Gazzetta.itsi parlerebbe di un’inibizione significativa, invece per le violazioni gestionali dipende dal comma: un mese di inibizione se è quello che non avrebbe influito sull’iscrizione, altrimenti una pena più significativa”.