“Un valore aggiunto, gli darei 7 fisso”, gioca nel Napoli elogiato in diretta

Alessandro Renica, ex laterale basso del Napoli, in diretta a Il Bello del Calcio, in onda su Canale 8, non si è risparmiato negli elogi nei confronti di Giovanni Di Lorenzo, terzino azzurro che, ad oggi, ha giocato da titolare tutte le partite da inizio stagione, in ogni competizione. E solo nell’ultima sfida, giocata contro la Salernitana, mister Spalletti ha deciso di sostituire per la prima volta il suo fedelissimo intorno al 70′ per dar spazio al giovane Zanoli.

Ecco le parole dell’ex difensore azzurro:

Napoli Di Lorenzo

A Di Lorenzo darei 7 fisso, gioca tutte le partite, non ne salta una ed è sempre, sempre affidabile oltre ogni dire, è un uomo d’acciaio. Rende tantissimo costantemente alla squadra. È un valore aggiunto per questo Napoli, facciamone un patrimonio“.

Renica: “Il Napoli sta crescendo, si può lottare per obiettivi importanti”

 Renica ha parlato anche delle ultime prestazioni del Napoli, che ha mostrando grandi segnali di evoluzione nelle ultime uscite. L’ex azzurro si è detto certo che, se la squadra di Spalletti continuerà su quest’onda, si potranno raggiungere obiettivi molto importanti, anche se i sei punti persi con Empoli e Spezia pesano molto sulla classifica attuale degli azzurri.

Nel Napoli sta crescendo la convinzione di poter lottare per qualcosa di importante, anche considerando come hanno dovuto affrontare una certa parte del campionato. Detto questo, se gli azzurri hanno perso con Empoli e Spezia qualche problema c’è. La squadra può solo crescere ora e, se riesce a risolvere il suo problema e le sue difficoltà con le squadre chiuse, forti fisicamente ed intense che impediscono di esprimere gioco, potrà dire la sua fino alla fine.

Osimhen? Ricordiamoci anche i gol che ha segnato con Torino e Leicester, dal punto di vista fisico è importante. Bisognerà vedere come rientrerà dopo l’infortunio. I difensori stanno dando un contributo in termini di gol: Juan Jesus e Rrahmani stanno facendo bene, senza dimenticare Koulibaly. Anche sotto questo aspetto il Napoli se la gioca“.