Nocerino: “Tatticamente sono indietro, la MLS ha una particolare difficoltà”

Antonio Nocerino, ex calciatore di Palermo e Milan tra le altre, è intervenuto ai microfoni di Kiss Kiss Napoli durante il corso di Radio Goal, per parlare a proposito della questione Insigne e di quanto sta succedendo in Serie A in termini di lotta scudetto.

L’ex centrocampista, che attualmente vive negli USA ad Orlando, ha sottolineato la serietà delle società americane e si è detto entusiasta della lotta a quattro per lo scudetto che sta prendendo piede in Serie A. Ecco le parole di Nocerino:

Insigne
Insigne Napoli

Nocerino: “MLS campionato molto fisico”

Qui in America le cose le fanno sul serio, se si parla di determinate cifre vuol dire che se le possono permettere. E poi si impegnano tanto anche a livello di strutture, il centro sportivo del Toronto è bellissimo, lo stadio idem. L’MLS non è ancora al livello della Serie A o dei top campionati europei, ma più club si stanno muovendo per migliorarsi. Dal punto di vista tattico sono più indietro, quello americano è un campionato molto fisico.

Toronto ha la popolazione italiana più alta in America e a livello sportivo hanno messo sotto contratto già diversi giocatori italiani, sia di calcio che di basket, per ovvi motivi di marketing. Ma soprattutto cercano personalità importanti. Hanno già Giovinco, sono interessati a Insigne e Belotti, vogliono calciatori che possono portare risultati importanti, che possono aiutarli a vincere. I calciatori italiani sono forti, meglio non dimenticarlo.

La lotta scudetto in Serie A? Attualmente in testa c’è la squadra con più qualità e quantità a livello di organico, ovvero l’Inter. Il Napoli ha 13-14 giocatori di un certo livello, che possono competere con chiunque, ma non basta. Serve più di un innesto se vogliono raggiungere obiettivi importanti“.