La Campania torna in zona gialla: tutto quello che si potrà fare

CAMPANIA ZONA GIALLA – L’indice Rt nazionale è in netto calo e con esso, i contagi registrati nell’intera Nazione. Ecco perché, il Ministero della Salute ha valutato lo slittamento della Regione Campania in zona gialla. Solo cinque regioni invece sono in zona arancione: Basilicata, Calabria, Sicilia, Valle d’Aosta e Puglia. L’unica a restare in zona rossa infine è la Sardegna.

COS’È POSSIBILE FARE IN ZONA GIALLA

Il coprifuoco è confermato alle 22, sono consentiti gli spostamenti tra le Regioni diverse nelle zone bianca e gialla. Nella zona gialla, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata una volta al giorno, dalle 5 alle 22, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Fino alla fine dell’anno scolastico si torna in classe anche nelle scuole superiori e per quanto riguarda l’università, nelle zone gialle e arancioni le attività si svolgono prioritariamente in presenza.

In zona gialla riaprono i ristoranti anche a cena, purché all’aperto. Si potrà stare soltanto seduti al tavolo, massimo quattro persone, a meno che non si tratti di conviventi. La distanza è fissata a un metro. Riaprono al pubblico in zona gialla cinema, teatri, sale concerto, live club. È necessario che ci siano posti a sedere preassegnati e una distanza di un metro l’uno dall’altro. La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto.

In zona gialla, nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Inoltre, dal 15 maggio 2021, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre. Dal primo giugno sono aperte al pubblico anche le manifestazioni e gli eventi sportivi di livello agonistico riconosciuti di preminente interesse nazionale. La capienza consentita è del 25% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 1000 spettatori per gli impianti all’aperto e 500 per quelli al chiuso.

Cambiano le regole per le visite private dal primo maggio fino al 15 giugno. In linea di massima, a compiere la visita potranno essere quattro persone, accompagnate eventualmente da due minori di 14 anni.
Questo spostamento, in zona gialla, è consentito anche da una regione all’altra inserite nella stessa fascia. Lo spostamento verso una zona arancione o verso una zona rossa, invece, sarà subordinata all’acquisizione del pass verde per la vaccinazione effettuata, per la guarigione attestata o per l’esecuzione di un tampone negativo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI