Serie A Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 (56′ Santoro): azzurre che ci provano con il cuore, ma non agguantano il pareggio

napoli-sassuolo-femminile
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Buongiorno, lettori di Spazio Napoli. Benvenuti al racconto del match valido per la 14ª giornata di Serie A Femminile, dove il Napoli Femminileha affrontato il Sassuolo in casa allo Stadio Caduti di Brema. Le azzurre, penultime, hanno infine perso per il risultato di 0-1 contro la terza in classifica, in una gara sicuramente complicata vista la portata dell’avversario. Le padrone di casa arrivavano da una sconfitta esterna contro la Fiorentina per 0-2; le neroverdi, invece, arrivavano dalla vittoria interna per 1-0 contro l’Inter. Sconfitta amara, Napoli che avrebbe meritato di più ma non c’è stato nulla da fare. Di seguito le formazioni ufficiali del match:

NAPOLI (4-3-3): 46 Tasselli; 17 Oliviero, 3 Huynh, 2 Arnadottir, 33 Fusini (dal 62′, 7 Cafferata); 22 Errico, 23 Huchet, 25 Pedersen (dal 62′, 21 Jansen); 58 Kubassova, 29 Rijsdijk, 11 Hjohlman. All. Alessandro Pistolesi. A disposizione: 77 Boaglio, 27 Capparelli, 15 Groff, 18 Beil, 10 Nencioni, 5 Di Marino, 4 Risina.

SASSUOLO (3-5-2): 1 Lemey; 71 Lenzini, 85 Filangieri, 20 Orsi; 15 Brignoli, 30 Battelani (dal 71′, 33 Pellinghelli), 6 Mihashi, 21 Tomaselli (dall’85’, 36 Cambiaghi), 27 Santoro; 11 Monterubbiano, 9 Pirone. All. Gianpiero Piovani. A disposizione: 28 Lugli, 73 Lauria, 25 Spallanzani, 2 Philtjens.

Primo tempo. Parte con lo sprint il Napoli, che dopo 20 secondi non si vede assegnare un rigore solare per la strattonata di maglia di Lenzini ai danni della Rijsdijk che non riesce a calciare a tu per tu col portiere. Subito le avversarie reagiscono e al 9′ un gol fantasma nega il vantaggio al Sassuolo: una gran sassata di Pirone colpisce la traversa e l’assenza della tecnologia impedisce la decisione precisa sul dentro o fuori da parte del terzetto arbitrale. Sassuolo che per gran parte della prima frazione ha mantenuto il pallino del gioco, Napoli che ha provato a difendersi per poi trovare qualche spunto in più dopo la mezz’ora di gara. Le azzurre, poi, sul termine dei primi 45′ minuti continuano a crescere: un momento prima di tornare negli spogliatoi, il Napoli si divora l’occasione del vantaggio prima con la Rijsdijk – che non si gira al centro dell’area per calciare, ma scarica per la Hjohlman – dopodiché con la stessa Hjohlman, che calcia centrale contro Lemey. Finisce sullo 0-0 la prima frazione di gara.

Secondo tempo. Napoli che parte in sofferenza ma prova a rispondere con un bel tiro di Rijsdijk di sinistro all’interno dell’area: Lemey blocca una conclusione debole. È al 56′, però, che la gara si sblocca, in favore del Sassuolo: dagli sviluppi di un corner, dopo un tiro ribattuto corto da Tasselli, sotto porta ha insaccato Santoro per il vantaggio neroverde. Napoli che, dieci minuti più tardi, spreca un’occasione solare ancora con Hjohlman, che dopo un rimpallo fortuito si ritrova a tu per tu in area contro il portiere e le calcia addosso. Dal 70′ in poi fase concitata della gara, Napoli e Sassuolo provano a sfruttare le occasioni dalla loro parte senza incidere davvero. All’83’, però, altra occasione clamorosamente sciupata dal Napoli, questa volta causa sfortuna: Kubassova calcia da fuori beccando in pieno l’esterno dell’incrocio dei pali. Minuti finali tutti per le azzurre, che provano ad agguantare il pareggio in extremis, anche con due palle inattive. Il match finisce, però, con la vittoria delle neroverdi al Caduti di Brema di Napoli.

Sconfitta amara per le azzurre che prendono un gol ingenuo da palla inattiva e non riescono a trovare il pareggio sia per sfortuna che per imprecisione: 0-1 per il Sassuolo al termine dei 90 minuti di gara.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI