De Luca annuncia: “Da lunedì scuole chiuse in tutta la Campania! Riscontrati casi di variante inglese”

De Luca oggi
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo de Luca, è intervenuto sul suo profilo ufficiale Facebook, in diretta, per chiarire alcuni temi riguardanti queste scorse settimane. Di seguito, le sue parole, evidenziate dalla nostra redazione:

Il Governo ha concluso il suo percorso di formazione, dobbiamo avere pazienza nei confronti di questo Governo, ci sono aspettative troppo alte. Illusorio aspettarsi miracoli. In queste scorse settimane, in Italia, c’è stato un vuoto inspiegabile. Si può immaginare di affrontare una pandemia non avendo un piano specifico di impegno di centocinquantamila donne e uomini delle forze armate impegnati specificamente sull’obiettivo della battaglia contro il COVID-19? A che cosa valgono le ordinanze se abbiamo un Paese abbandonato a se stesso?

La fiammata di contagio che affrontiamo oggi è la conseguenza di un Paese abbandonato a se stesso. Se non abbiamo un controllo rigoroso delle norme essenziali di sicurezza, non hanno senso le zone e le fasce. Se non si mette a punto un piano di sicurezza e controllo, il calvario sarà prolungato. Avremmo dovuto ragionare sulla produzione italiana dei vaccini. Non è una cosa da fare rapidamente, ci vogliono mesi, ma nessuno ci ha pensato. Abbiamo pensato ai banchi a rotelle. La Regione Campania ha ricevuto oltre 60mila vaccini in meno rispetto alla Regione Lazio che ha lo stesso numero di abitanti. Sta di fatto che i vaccini non arrivano! In Gran Bretagna stanno adottando un modello differente: un vaccino per ogni cittadino. La prima dose per tutti, poi il richiamo.

Era prevedibile ed inevitabile che arrivassimo ad oggi a questo punto. In Italia abbiamo seguito la logica dell’apri-chiudi. Io penso che non sia la logica migliore ed opterei per una chiusura più lunga stavolta. Non aprire un mese, poi chiudere, poi riaprire. Siamo ad un punto in cui dobbiamo prendere misure drastiche: da lunedì tutte le scuole chiuse in Campania, anche perché stiamo riscontrando casi di variante inglese nelle scuole.

Stiamo cercando di approvvigionarci di vaccini avendo chiari due presupposti: non utilizzeremo intermediari e saranno vaccini approvati dall’unità di controllo. Nel frattempo, oltre al problema vaccini, stiamo cercando di reggere sulle terapie intensive. Se abbiamo duemila positivi al giorno, rischiamo la saturazione dei posti letto in terapia intensiva e degenza ordinaria e sub-intensiva. Come affrontiamo questo problema? Se non si frena l’onda del contagio, bisognerà chiudere repatri ordinari. Ma questo vogliamo evitarlo, perché non si muore solo di COVID”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI