Alfredo Cahe storico medico di Maradona: “La sua morte è un suicidio. Provò ad uccidersi anche a Cuba!”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Diego Armando Maradona è morto circa un mese fa ma le polemiche sulle sue condizioni di salute prima del decesso non accennano a placarsi. Alfredo Cahe, medico che l’ha avuto in cura per 30 anni, ha rilasciato dichiarazioni importanti nel corso delle trasmissioni “Intratables e Confrontados“.

Nello specifico il medico ha criticato le cure adottate per il Pibe de Oro e raccontato un aneddoto su un tentato suicidio di Maradona a Cuba. Di seguito riportiamo quanto evidenziato:

Maradona aveva una lesione celebrare, in passato si è parlato ingiustamente di Alzheimer. Il farmaco che è stato utilizzato non era adeguato, Diego aveva solo bisogno di pace e tranquillità. L’ultima volta che l’ho visto era sedato e non riusciva a parlare.

Per me la sua morte è un suicidio, penso che si sia lasciato andare perché era stanco di vivere. Inoltre ha trovato persone che non si sono prese cura di lui come avrebbero dovuto. In un occasione Diego puntò la sua auto contro un autobus, cercando si uccidersi. A noi disse che non l’aveva visto”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI