Sconcerti: “Il Napoli ha giocato su un equilibrio che non può esserci. Insigne? È sparito”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Mario Sconcerti tramite il suo editoriale sull’edizione odierna de “Il Corriere della Sera”, ha analizzato il momento del Napoli e la gara degli azzurri contro il Milan. Ecco quanto evidenziato:

Il Napoli ha giocato su una nota più bassa, cercando un equilibrio che non può esserci. I quattro davanti dovevano fare i fenomeni per avere normalità perché erano tutti piccoli e magri. Insigne è sparito, è mancata la forza di Osimhen, e al centro del campo si è visto tanto Milan. Stanno crescendo le sue caratteristiche. Zlatan è decisivo ma ha anche altri calciatori, non è più da solo. È circondato da uomini che si integrano e hanno modi diversi per pugnalare l’avversario. La fascia sinistra Hernandez-Rebic è di elevato livello. Una vera, bella squadra”

“La Juve pure sta crescendo ma giocare con squadre dell’altra metà della classifica non è più un problema. Nelle prime cinque in classifica su 40 partite si ha una sola sconfitta, quella dell’Inter col Milan, che tra cui non è del tutto meritata. Anche la Juve va attesa ad altri tipi di impegni. Per la terza volta la squadra di Conte ha rimontato a San Siro con due gol di scarto. È successo anche con Fiorentina, Parma, e Torino. Ci aveva provato anche con i rossoneri ma non riuscì a trarne risultato”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

CONOSCI SPAZIONAPOLI?

SpazioNapoli è parte della grande famiglia editoriale del Nuovevoci Network, insieme a Rompipallone.it, SpazioInter.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui canali social, il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Seguici su Facebook