shinystat spazio napoli calcio news Gattuso: "Abbiamo giocato una gran partita, presto per parlare di scudetto! A Torino volevamo giocare, ma ci hanno bloccato"

Gattuso: “Abbiamo giocato una gran partita, presto per parlare di scudetto! A Torino volevamo giocare, ma ci hanno bloccato”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il Napoli ha asfaltato l’Atalanta nell’anticipo della quarta giornata di Serie A. Dopo il 4-1 a favore degli azzurri, Rino Gattuso è stato intervistato da Sky Sport nel post partita. Ecco quanto dichiarato dal tecnico calabrese.

Se mi aspettavo questo risultato? No perché so che l’Atalanta è forte. Abbiamo cercato noi il 4 vs 4, siamo stati bravi. Osimhen ha dato una mano, c’è stata mentalità e determinazione. l’Atalanta è una delle squadre favorite per lo scudetto, il secondo tempo lo dimostra”.

Partita che segna il campionato, svolta per le nostre prospettive? Presto dirlo, perché combattiamo con il Covid. Non ci sono sicurezze, bisogna fare gli scongiuri perché nessuno si ammali. Siamo una squadra giovane, stiamo testando un modulo nuovo, Baka, per esempio, è fuori forma. La squadra è forte ma devono quadrare le cose”.

Più contento per Osimhen o Lozano? Per Osimhen perché sta lavorando tanto, ci sta dando soluzioni e finalmente ha segnato. Il Chucky aveva già fatto gol”.

Peccato non aver giocato a Torino? Non posso parlare, ma ho rosicato. Sono incazzato, la Juve è la squadra da battere ma è un cantiere aperto. Potevo giocarmela! Avrei fatto giocare la stessa squadra. Sono arrabbiato perché non ci hanno fatto partire. Alle 7 meno 5 stavamo per partire e ci hanno bloccato. Mi incazzo quando dicono che noi non volevamo partire. Anche la società voleva giocare”.

Asse Koulibaly-Baka-Osimhen base per la gloria? Penso che Koalidou abbia dimostrato per anni di essere fortissimo, anche se l’anno scorso è stato infortunato. Per qualità che ha sbaglia ogni tanto, ma è completo ed è un campione. Bakayoko sapete cosa penso, tecnicamente è bravo perchè ti supera col primo controllo e con le sue ambe lunghe esce dalla pressione in un modo unico. Osimhen è il giocatore che ci mancava, devo ringraziare la società. Ho fatto fatica, non è un gran goleador ma ti regge l’attacco da solo”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy