Home » News Calcio Napoli » Il Mattino - CR7, il giudice rigetta la richiesta di annullamento della causa civile dopo le accuse di stupro

Il Mattino – CR7, il giudice rigetta la richiesta di annullamento della causa civile dopo le accuse di stupro

Come riportato dai colleghi de Il Mattino nell’edizione odierna, il giudice della cittadina del Nevada ha rigettato la richiesta dei legali di Cristiano Ronaldo di annullare la causa civile che Kathryn Mayorga (la donna che due anni fa ha accusato il campione della Juventus di stupro nella suite di un albergo a Las Vegas nel giugno del 2009) ha intentato contro di lui.

Di seguito, quanto raccolto dai colleghi ed evidenziato dalla nostra redazione:

“Se il tribunale riterrà necessario convocare il calciatore in aula, Ronaldo potrebbe essere costretto ad affrontare un faccia a faccia con il passato e con la donna che non vede da undici anni.

I due si erano incontrati a giugno del 2009 mentre il calciatore era in vacanza a fine campionato presso l’Hotel Palms di Las Vegas. La giovane donna racconta che in una pausa di lavoro era andata nell’area VIP del Palms dove aveva iniziato a ballare con Ronaldo.

L’atleta le chiese di accompagnarlo nella sua suite e lì le offrì di cambiarsi per un tuffo nella Jacuzzi. Quando lei uscì dal bagno lo trovò nudo con il membro eretto e con la richiesta di ricevere un rapporto orale.

Kathryn racconta che a quel punto si è rifiutata ma vista la tensione in cui si svolgeva la scena ha baciato Ronaldo nel tentativo di dissuaderlo, lui invece ne ha approfittato per trascinarla con sé e gettarla sul letto dove l’avrebbe sodomizzata contro il suo volere.

Al termine della violenza il calciatore si sarebbe pentito: “Scusami, normalmente mi comporto come un gentleman“. La mattina dopo la polizia ricevette una telefonata dalla giovane donna che denunciava di essere stata violentata con la forza. Accusa che, in Nevada, prevede il carcere a vita.

Gli agenti che la prelevarono da casa sua la portarono in ospedale per sottoporla al test che rivela i segni di uno stupro. L’analisi medica confermò la versione di Kathryn e lei si rifiutò di fare il nome dell’uomo che l’aveva assalita.

Il caso giudiziario fu chiuso con una accusa contro ignoti e l’anno succcessivo Mayorga firmò, in cambio di 375mila dollari, un accordo di non divulgazione, nel quale Ronaldo non riconosceva le colpe ma acconsentiva il pagamento della somma per mettere a tacere la disputa.

Due anni fa la donna ha deciso di impugnare quell’accordo. Ronaldo ha sempre negato lo stupro e la sua intera famiglia, dalla madre alla compagna Georgina, si sono sempre schierati in sua difesa”