shinystat spazio napoli calcio news RRAHMANI NAPOLI - Il difensore azzurro si racconta

Rrahmani: “Senza il Verona non avrei firmato per il Napoli: quando mi chiamarono parlai subito con il mister”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter
RRAHMANI NAPOLI

RRAHMANI NAPOLIAmir Rrahmani, difensore del Napoli acquistato a gennaio dal club azzurro e lasciato in prestito al Verona, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla sua carriera e sul Napoli nel corso di una diretta Instagram tramite l’account del club scaligero. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

RRAHMANI E LA SERIE A

Abbiamo fatto oggi i tamponi: ho rivisto anche Pessina, mi era mancato molto. Da ieri abbiamo ricominciato un po’ a vivere la nostra vita, com’era prima. Allenamenti individuali? Sappiamo tutti che è diverso rispetto ad allenarsi con la squadra. È più difficile, mancano le motivazioni. La Serie A? Era una nuova esperienza, e penso di essermela cavata bene”.

“Ho dato il massimo, penso sia questo il mio segreto. Da piccolo guardavo il campionato italiano da piccolo. Quando sei più giovane ti sembra difficilissima, ma quando ti senti pronto non è così complicato”.

I tifosi dell’Hellas hanno sperimentato la Serie B, mentre la Dinamo vince spesso il campionato. Ma entrambe le tifoserie sono molto calde. Quando giocammo in Europa League lo stadio era stracolmo, così come in Champions. A Zagabria è così”.

RRAHMANI NAPOLI

rrahmani napoli
Rrahmani nel post partita di Napoli-Verona

Quando il Napoli ha manifestato il suo interesse ho parlato con il mister e il ds D’Amico, che mi hanno chiesto di restare concentrato sulla squadra. Io ho dato garanzie, voglio sempre dare il massimo. Su di me ho sentito solo belle parole: dicono che sono forte, poi hanno iniziato a chiamarmi ‘muro'”.

“Il numero 13? Negli ultimi cinque anni ho sempre indossato quel numero, anche in nazionale. Qualcuno crede che porti sfortuna, io voglio dimostrare il contrario. Fossi restato alla Dinamo avrei giocato in Champions, ma il campionato croato è di livello inferiore rispetto alla Serie A. Poi non avrei potuto firmare con una squadra con il Napoli: fossi rimasto in Croazia sarebbe stato tutto più difficile.

LEGGI ANCHE – “Tamponi e ripresa allenamenti: il Napoli e l’emergenza Covid”

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy