Home » News Calcio Napoli » Scherzo telefonico a Vittorio Feltri finito male, la sua reazione: "Cosa me ne frega?"

Scherzo telefonico a Vittorio Feltri finito male, la sua reazione: “Cosa me ne frega?”

Fa ancora parlar di sé Vittorio Feltri, direttore del quotidiano Libero, il quale pochi giorni fa – e non solo – non aveva speso parole al miele per il Sud Italia, andando a calcare la netta distinzione fra il Nord ed il Mezzogiorno.

Il Direttore, infatti, con un articolo pubblicato sul suo quotidiano, ha dichiarato che: “Qui al Nord in particolare la gente è impaziente: non riscuote più lo stipendio, i piccoli risparmi familiari si sono esauriti, ovvio che punti a riprendere le proprie attività, questione di sopravvivenza. Non si tratta di correre in strada a suonare il mandolino“.

LEGGI ANCHE:   Sky svela: "C'è ancora una cosa da sistemare per Raspadori al Napoli!"

In virtù, del sopracitato strumento musicale, lo scherzo telefonico ideato dal collega Gianni Simioli, giornalista di Radio Marte, aveva carattere goliardico. Il collega, durante la sua trasmissione radiofonica, ha chiamato Feltri per fargli ascoltare una nota audio di: “O mia bella Madunina” rivisitata al mandolino e cantata da quattro milanesi.

Uno scherzo che ha strappato un sorriso a tanti ascoltatori, mal digerito, invece, dal Direttore il quale ha risposto stizzito: “Cosa me ne frega? Non ho tempo da perdere, la saluto“, schiacciando il tasto rosso.