shinystat spazio napoli calcio news Coronavirus, i club Napoli sulla polemica Galli-Ascierto: "Non è importante il primato. Solidarietà all'Italia intera"

Coronavirus, i club Napoli sulla polemica Galli-Ascierto: “Non è importante il primato. Solidarietà all’Italia intera”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

I vari club nel mondo che sostengono la città di Napoli hanno diffuso un comunicato a difesa del medico napoletano Paolo Ascierto, in merito alle scoperte riguardo il farmaco anti artrite reumatoide “Tocilizumab”. Di seguito quanto descritto:

NAPOLI SOSTIENE IL DOTTOR PAOLO ASCIERTO

“In questi giorni di grande sconforto per la grave emergenza in corso determinata dal Coronavirus (Covid -19), abbiamo assistito ad un “processo” mediatico nei confronti della medicina Campana (e, in particolare modo, verso il Dott. Paolo Ascierto) dinanzi al quale non possiamo tacere. Nel dettaglio, ci riferiamo alla trasmissione di “Carta Bianca “su Rai 2 andata in onda il 17 marzo ed al programma satirico “Striscia la Notizia” del 18 marzo u.s..

Il Prof. Massimo Galli, nel corso del confronto televisivo sulla Rai con il Dott. Ascierto, ha adottato espressioni inadeguate (“non esageriamo in provincialismi di varia natura”), oltre che spiacevoli (“non facciamoci riconoscere”) e che insinuano dubbi in ordine ai quali nessuno ha fatto domande.

Ci atteniamo all’espressione utilizzata dal Prof. Galli allorquando ha dichiarato che “il farmaco (il Tocilizumab) è stato utilizzato da altre Unità Operative”. Le domande, come direbbe qualcuno, dinanzi all’affermazione del Prof. Galli, sorgono spontanee: quali sono le unità operative che – prima del “Pascale” e del “Cotugno” – hanno sperimentato l’utilizzo di questo medicinale?

Quali sono i risultati? A quando risale il primo utilizzo? E perché, se tutto ciò fosse vero, tale lavoro non è stato condiviso con la comunità scientifica nazionale e con il Ministero della Salute ed ancora, dulcis in fundo, perché non è stato avviato l’iter per la sperimentazione AIFA? A queste domande chiediamo risposte precise. Non abbiamo l’ardire, non avendo le necessarie competenze, di entrare nell’aspetto squisitamente tecnico, ma abbiamo la capacità di ascoltare e capire ciò che viene detto in questi giorni”.

NON È IMPORTANTE IL PRIMATO, SOLIDARIETÀ ALL’ITALIA

Ed allora, andando a ritroso nel tempo, invitiamo ad ascoltare l’intervista al Dott. Ascierto del 10 marzo u.s. rilasciata a “Fanpage” (di cui, di seguito, si riporta uno stralcio) nel corso della quale il Professionista Campano non ha mai detto che l’utilizzo del farmaco Tocilizumab per “combattere” il Coronavirus è stata una “scoperta” – meno che mai – “personale”: “…Abbiamo chiesto ai nostri amici cinesi – perché da tempo c’è una collaborazione in corso Italia/Cina con il Pascale – e questi Colleghi, in particolare il dott. Ming, ci hanno detto che loro avevano già trattato 21 pazienti.

I cinesi sostengono addirittura che se dato in maniera precoce può evitare che si vada in terapia intensiva. Concludiamo con un elegante espressione del Dott. Ascierto che condividiamo in un momento in cui, più che mai, conta l’unità: “NON È IMPORTANTE IL PRIMATO” Manifestiamo la nostra solidarietà all’Italia intera ed a tutti gli ammalati nonché il nostro profondo apprezzamento per l’opera svolta dagli operatori sanitari del Paese e dalle forze dell’ordine, invitando TUTTI A RESTARE A CASA (!) ed a rispettare scrupolosamente le indicazioni delle Autorità competenti”.

Per seguire tutte le news sul calcio Napoli clicca QUI

Preferenze privacy