shinystat spazio napoli calcio news TMW - Buffel, la leggenda del Genk: "C'è voglia di rivalsa, attenzione a Ito. Koulibaly? Ha fatto tanta strada"

TMW – Buffel, la leggenda del Genk: “C’è voglia di rivalsa, attenzione a Ito. Koulibaly? Ha fatto tanta strada”


Buffel in esclusiva a TMW: si parla del Genk e non solo.

ULTIMISSIME CALCIO NAPOLI – Thomas Buffel, ex Genk, è una vera leggenda per i supporters della squadra belga. L’ex campione del Genk e compagno di Koulibaly ha rilasciato un’intervista esclusiva ai microfoni di TuttoMercatoWeb a proposito della prossima avversaria del Napoli in Champions League. Di seguito gli stralci più importanti.

Gli azzurri vengono dalla vittoria contro il Liverpool, mentre il Genk ha perso in Austria. Che partita dovremo aspettarci?
“Il Genk avrà voglia di rifarsi dopo la pesante sconfitta di Salisburgo. C’è da considerare che giocheranno in casa: è un fattore che può aiutare non poco”.

Campione del Belgio l’anno scorso, in questa stagione il Genk sta avendo alti e bassi. Che squadra è?
“Sono partiti giocatori fondamentali come Pozuelo, Trossard e Malinovskyi, e non è semplice rimpiazzarli: l’anno scorso avevano fatto molto bene, segnato tanti gol e sfornato molti assist per i propri compagni. Bisogna dire, però, che sono rimasti diversi ottimi giocatori”.

Quali sono i punti di forza del Genk?
“Ito sta facendo davvero bene, ha velocità e sa aiutare i compagni. Berge dovrebbe provare a inserirsi con maggior frequenza: può segnare molto di più, ne ha tutte le capacità”.

È la terza partecipazione in Champions League. L’ultima volta, nel 2011-2012, c’era anche lei. Quanto è cresciuto il Genk da allora?
“I passi avanti sono stati tanti. Ora ha un potenziale molto maggiore, e ha una rosa più ampia”.

La Luminus Arena ritroverà Kalidou Koulibaly, l’ex di giornata. Lei ha condiviso lo spogliatoio col senegalese dal 2012 al 2014: si aspettava che diventasse uno dei migliori difensori al mondo?
“Aveva mostrato ottime qualità nel suo periodo a Genk ma da qui a dire quel che sarebbe potuto diventare ce ne passa. Ha fatto tanta strada ed è riuscito a sfondare: è un giocatore continuo, costante.. il che è un fattore cruciale per rimanere al top”.

Da queste parti sono passati alcuni dei migliori giocatori dell’attuale panorama europeo. Qual è il segreto?
“Investono tanto, sia nello sviluppo che nella ricerca di giovani giocatori. E una volta portati in prima squadra puntano con decisione su di loro, accompagnandoli nella loro scalata verso l’alto”.

Per seguire tutte le news sul mondo Napoli CLICCA QUI