shinystat spazio napoli calcio news De Laurentiis a Sky: "Cavani? Se si riducesse lo stipendio, lo accoglieremmo a braccia aperte"

De Laurentiis a Sky: “Cavani? Se si riducesse lo stipendio, lo accoglieremmo a braccia aperte”


19.30 – Il Patron ha parlato anche a Sky: “Cavani? Credo che il gioco del calcio si giochi in 11 e non si giochi come in altre situazioni con uno o due giocatori. Quando facciamo un film ci sono 1-2-3 protagonisti, mentre nel calcio 11. Quindi a questo punto mi chiedo quale sia il problema. Se Cavani volesse venire a giocare a Napoli sarebbe ben accolto come un giocatore di classe e dalle grandi capacità in più. Poi è da vedere come potrebbe inserirsi in un contesto di gioco alla Ancelotti. Poi il PSG piuttosto che pagarlo scontento o inefficiente sul campo, potrebbe anche darcelo in prestito o gratuitamente pur di levarsi un costo così elevato di stipendio. E se lui dovesse decidere di ridursi l’ingaggio, lo accoglieremmo a braccia aperte. Sempre dopo aver ascoltato il parere di Carlo Ancelotti”.

15.23- Aurelio de Laurentiis ha rilasciato una lunga intervista a Kiss Kiss Napoli. Di seguito un’anticipazione dell’intervista integrale che verrà trasmessa domani:

Ancelotti ha detto “lo scudetto deve essere un sogno, non un’utopia. Noi ci crediamo. Cosa ne pensa? “Ancelotti è un grande, come uomo e allenatore. Da lui ci si può aspettare ogni tipo di affermazione, è un uomo umile e capace. Dissi che ci sarebbero volute 7-8 giornate affinchè ci si abituasse al suo gioco, ma lui ci ha messo meno. Ha saputo far tesoro del calcio di Sarri, ma lo ha saputo anche reimpostare. La cosa straordinaria è che ha fatto giocare tutti. Nuovi acquisti a gennaio? Non abbiamo ancora visto Meret e Younes, poi abbiamo Ghoulam, c’è Chiriches che deve ritornare, Verdi che ha giocato poco.. di chi dobbiamo aver paura? di chi dobbiamo parlare?”

VAR? Bisognerebbe fare una riunione, ho letto la relazione di Rizzoli in cui vede una svista in 7-8 partite. La VAR è una tecnologia che dovrebbe essere d’aiuto ai club e agli arbitri, ma la cabina di regia non interviene mai. Si aspetta che l’arbitro intervenga e questo non va bene perché l’arbitro non può avere una visione globale del campo. Per questo serve la VAR ed è lei che dovrebbe dire ad un certo punto “ferma il gioco”. Questo non sta avvenendo, c’è qualcosa nel meccanismo della VAR che non viene osservato a dovere. Siamo noi che paghiamo la Federcalcio e gli arbitri, siamo noi a dover tutelare i nostri investimenti e le aspettative dei tifosi. Se non ci si riunirà intorno ad un tavolo allora bisognerà intervenire pesantemente e chiedere dei danni, io non ci ho pensato l’anno scorso perché penso che i traguardi vadano raggiunti insieme, dato che nel passato c’è stata calciopoli a pensar male si fa presto”.

Cavani? Mi ha fatto molto piacere reincontrarlo a Parigi, lui ha due figli a Napoli ed è chiaro che l’Italia gli manchi.. del resto come fa a non mancarti Napoli? Se a fine campionato il PSG ce lo desse in prestito gratuito o ce lo cedesse ad una cifra simbolica e se lui si acconentasse di 6-7 mln a stagione, ma soprattutto se ci fosse il volere di Ancelotti.. si potrebbe fare. La cosa importante è accettare di essere allo stesso livello di tutti. Per noi la filosofia si basa sui 24 giocatori. Alcuni se ne sono voluti andare da Napoli perchè volevano essere protagonisti a tutti costi e volevano essere celebrati tramite uno scudetto che non arrivava. Per me è il Napoli che deve vincere lo scudetto e non il singolo calciatore”.

Quanto sarebbe bello vincere presidente? “Eh lo so.. è bello vincere perché nella vita si vince e si perde. Bisogna saper anche perdere, sempre con dignità, che in questi anni ne abbiamo avuta da vendere”.