“Factotum” James Spensley

Da un’occhiata data alle fotografie di repertorio, James Spensley sembra averla, la faccia da romanzo di Hemingway, col pizzetto curato e folto, sotto un mento nascosto a fare da fondo alle mille smorfie che avranno affollato il campionario di un uomo predisposto a molte percorsi, di quelli con la bussola dell’ovunque incorporata, al posto della … Leggi tutto