shinystat spazio napoli calcio news Gazzetta: "Poteva lasciare Napoli quest'estate. A fine stagione valuterà"

Gazzetta: “Poteva lasciare Napoli quest’estate. A fine stagione valuterà”


Il Napoli quest’anno finalmente sembra aver trovato finalmente un equilibrio: segna tanto e subisce pochi gol. Infatti la squadra di Sarri ha il secondo miglior attacco, subito dopo quello della Juve e la seconda miglior difesa, con un solo gol in più subito rispetto alla Roma (che ha ancora una partita da recuperare contro la Samp).

Questa solidità difensiva non sta passando inosservata, infatti oggi La Gazzetta dello Sport ha ritagliato uno spazio tutto per Raoul Albiol. Questa l’analisi tattica e la crescita con Sarri:

Oggi lo spagnolo è innanzitutto il regista arretrato della squadra, l’uomo dal quale partono quasi tutte le azioni degli azzurri. Per alcuni allenatori va quasi marcato a uomo, vedi Gasperini nel primo tempo di Napoli-Atalanta con Petagna. Albiol trova sempre la sponda del centrocampista centrale o addirittura il filtrante tra le linee per Hamsik o per Callejon quando l’altro ex madridista si accentra. Quando poi c’è da dare copertura al compagni di reparto, Albiol è maestro nel guardare le spalle al suo collega di linea: così – senza mai concedere la profondità – è riuscito a tenere all’asciutto Icardi, Dzeko e Immobile. Sarri lo considera esemplare nelle letture difensive: Albiol anticipa i movimenti degli avversari perché intuisce prima lo sviluppo delle azioni“.

Poi un’occhiata al futuro con un ritorno al recente passato:

In estate si era ipotizzato un ritorno a casa, al Valencia, ma Albiol non avrebbe comunque accettato di lasciare Napoli, dove tra l’altro si trova benissimo. Le passeggiate al Vomero, l’affetto dei tifosi che non è mai eccessivo per lui e la cucina partenopea che pare gradisca molto: non c’erano ragioni per lasciare la maglia azzurra, non ce ne saranno almeno fino a fine stagione quando il «ministro della difesa» farà le valutazioni del caso. Per ora ha in testa solo due obiettivi, per altro complementari tra loro: subire il minor numero di gol e vincere lo scudetto“.