RILEGGI IL LIVE – Sarri: “Contro la Roma servirà cuore e concentrazione, vogliamo vincere per la nostra gente. Higuain? Non deve ripetere l’atteggiamento di Bologna. E sulla Lega…”

Consueta conferenza stampa di Maurizio Sarri alla vigilia del big match di domani pomeriggio contro la Roma. L’inizio è stato posticipato di 15′ per una seduta di allenamento più intensa. E’ l’allenatore ad analizzare l’importante sfida del “San Paolo” tra punti di forza, giocatori da temere ed una settimana segnata dai tanti record conquistati in Europa League. Ecco quanto raccolto da SpazioNapoli.

LA ROMA. “La risposta importante arrivata dalla vittoria nella gara d’Europa è stata per noi una prova di maturità fondamentale. Il gol subito all’ultimo minuto è ancora pesante da digerire ma guardiamo il bicchiere mezzo pieno e siamo ottimisti per la gara di domani contro la Roma. Della classifica ora non ci importa niente: sappiamo che per i napoletani è da sempre una gara importante, ci vuole il cuore. Forse è la gara più importante dell’anno: giocheremo per la nostra gente, non con la professionalità ma soprattutto col cuore, senza focalizzarci sulla classifica. La Roma è una squadra importante, che ha investito tanto, con giocatori blasonati, forse al momento al livello di spese ed ambizioni e l’antagonista naturale della Juventus. I risultati non devono farci pensare ad una squadra in crisi: rimane una squadra fortissima, una delle più forti pretendenti al titolo”.

SU HIGUAIN. “Felicissimo con me? Spero che domani ricambi il favore e renda me felicissimo! A parte ciò, gli ho spiegato su cosa deve migliorare ma non voglio l’atteggiamento di Bologna, lo stesso degli scorsi anni. Poi, sappiamo che è un giocatore fortissimo. Dzeko-Higuain? Io mi tengo Higuain tutta la vita. E’ riduttivo limitare il big match solo a loro, in campo ci saranno giocatori importantissimi. Essendo di grande qualità può darsi la decidano loro”.

LA DIFESA. “A Bologna ha sbagliato tutta la squadra a difendere, non solo la linea. Il gol su angolo è un mancato attacco sulla palla, è un errore grave ma ho visto di peggio. In area se la palla viene subita è probabile che pendi gol. Una mancanza vistosa ma credo che nel primo gol di Bologna abbiamo preso errori ancora più gravi. Forse c’è anche un po’ di stanchezza fisica e mentale ma è un discorso da fare con la Lega perchè noi che giochiamo l’Europa League siamo sempre le più penalizzate nonostante si portino tanti punti per il ranking”.

IL BIG MATCH. “Non penso che la mia squadra si senta favorita per la partita di domani. Sarebbe uno sconfessare tante cose, è vero che i campionati non sono sempre stati vinti dalle squadre con i maggiori investimenti ma non deve essere un alibi. I favoriti secondo me restano loro, noi faremo la nostra partita. La gara di domani la viviamo come un momento unico ed in certe situazioni la squadra deve farsi coinvolgere dal sentimento della città e quindi la vediamo come un derby”.

LA TATTICA. “Non abbiamo le caratteristiche secondo me vincere una partita sporca, senza giocare bene. E’ una partita che ci coinvolge particolarmente, stop. Il cambio modulo? La vera ragione non l’ha detta o scritta nessuno e non voglio svelarla, sono ca*** miei. Dovrei sciorinare i limiti dei miei giocatori e non voglio farlo ma non è per Insigne ed il ruolo di trequartista”.

GABBIADINI. “Ieri ha riprovato a tornare in gruppo ma aveva ancora dolore alla caviglia ed è tornato a lavorare con lo staff medico”.

ERRORI ARBITRALI. “Le designazioni non le guardo mai. In casa abbiamo avuto Orsato, domani avremo Rizzoli, tra i migliori e sono ottimista che ci sia equilibrio. Me ne sono piaciuti altri meno ma è un discorso normale”.

CHALOBAH. “Ha fatto una grande partita, sta lavorando bene ma ci vuole pazienza. Parliamo di un altro campionato, un altro modo di intendere il calcio, una lingua che non conosce. A lungo andare può diventare un giocatore importante, sì”.

Dall’inviato a Castel Volturno Pasquale Giacometti

Home » Notizie Napoli Calcio » Copertina Calcio Napoli » RILEGGI IL LIVE – Sarri: “Contro la Roma servirà cuore e concentrazione, vogliamo vincere per la nostra gente. Higuain? Non deve ripetere l’atteggiamento di Bologna. E sulla Lega…”

I commenti sono chiusi.

Gestione cookie