Home » News Calcio Napoli » Lodi chiarisce: "Fraintese le mie parole, non volevo dire che l'arbitro ha favorito il Napoli. Per trentasei gare tifo per gli azzurri"

Lodi chiarisce: “Fraintese le mie parole, non volevo dire che l’arbitro ha favorito il Napoli. Per trentasei gare tifo per gli azzurri”

Il calciatore dell’Udinese, Francesco Lodi, è intervenuto ai microfoni di Radio Crc parlando del match di ieri contro il Napoli e chiarendo un concetto venuto fuori ieri sera dopo la fine della gara. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli:

Mi dispiace per quanto successo ieri, sono amareggiato per quanto emerso a fine gara. Sono venute fuori cose inesatte. È stato fatto passare il messaggio che io avrei detto che il Napoli è stato favorito dall’arbitro, ma questo non è vero. Ho solo detto che l’udinese ha protestato sul goal di Higuain perché Celi (l’arbitro dell’incontro, ndr) si è frapposto tra me e il pallone non facendomi intervenire. Sono cose che succedono nel gioco del calcio, ma non per questo il Napoli è stato favorito. per trentasei gare l’anno faccio il tifo per gli azzurri, per le altre due faccio il professionista.

Considero quella partenopea la squadra più forte del momento, quando fu annunciato Sarri pensai subito che avrebbe potuto lottare per lo scudetto. Il Napoli si diverte in campo. Higuain? Gli ho detto che voglio che il Napoli vinca perché sono un loro tifoso e anche mio figlio lo è, poi abbiamo scambiato la maglia e gli ho detto che l’avrei data a mio figlio. Gli azzurri sono sicuramente la squadra che mi ha più impressionato fin qui. Ora c’è un portiere finalmente, senza offendere gli altri. I difensori stanno facendo bene ed il merito è di Sarri, sono contento perché se lo merita.

Purtroppo non è la prima volta che le mie parole vengono interpretate male. La mia famiglia è a Napoli, non ho mai parlato male di Napoli. Amo la mia città. Il destino ha voluto che io non indossassi la maglia del Napoli. Conosco i capi delle curve del San Paolo che mi hanno sempre apprezzato per l’atteggiamento che ho sempre avuto nei confronti di Napoli. Tempo fa rifiutai il passaggio in una grande di A per andare al Napoli in C, poi acquistarono De Zerbi. Indicazioni di Colantuono per la marcatura su Jorginho? Sapevamo che il gioco del Napoli passava per Jorginho e volevamo pressare alto. Io su Jorginho, Badu su Hamsik e Iturra su Allan. Hamsik rende meglio da mezz’ala, lo conosco da quando giocava nel Brescia. Udine? Sono già tornato a casa, abbiamo mezza giornata di riposo. Battezzerò mia figlia a Napoli a Natale e c’è gente che dice che io disprezzo Napoli. A Frattamaggiore pensano che io sia una persona fuori dal mondo, invece sono una persona che gioca a pallone per strada con mio figlio. Quando vincemmo la coppa contro la Juve io ero in piazza a festeggiare coi miei amici. I napoletani sono intelligenti e capiscono le mie parole, mi premeva parlarne ancora“.