Home » Copertina Calcio Napoli » LAVAGNA TATTICA – Altri cinque goal del Napoli, mentre la difesa ormai è impenetrabile. Questo Napoli viaggia a mille

LAVAGNA TATTICA – Altri cinque goal del Napoli, mentre la difesa ormai è impenetrabile. Questo Napoli viaggia a mille

Serviva la vittoria per portare a casa con un colpo solo qualificazione e primo posto. Mister Sarri, consapevole dell’importanza della sfida, ma anche degli impegni che verranno, lascia fuori sette dei ‘titolari’, affidandosi a quelle che potremmo definire seconde linee. E l’assenza dei vari Higuain, Albiol, Ghoulam, Jorginho non si fa di certo sentire, ovviamente per la bravura di chi è sceso in campo con voglia e cattiveria. Il Napoli distrugge il Midtjyllan con un secco 5-0, non concedendo praticamente nulla agli avversari. I danesi infatti non hanno quasi mai superato la metà campo, e sono sembrati a più riprese fortemente impauriti dalla potenza degli azzurri.

PRIMO GOAL DEL NAPOLI – Il vantaggio arriva al 13′ minuto di gioco con El Kaddouri, oggi in campo come vice Callejon. L’azione nasce da un recupero palla degli azzurri nella propria metà campo, in una delle rarissime volte che i danesi son riusciti a oltrepassare il centrocampo. La palla giunge nei piedi di Insigne che, avendo praticamente l’intero campo avanti, lancia perfettamente El Kaddouri (probabilmente in fuorigioco). Quest’ultimo lascia scorrere il pallone sul sinistro e scaraventa la sfera in fondo alla rete:

1
Lancio al millimetro di Insigne per El Kaddouri

Il Napoli si porta avanti, potendo così gestire la partita con i tempi e ritmi a suo piacimento.

LEGGI ANCHE:   Napoli, problema Raspadori? Giuntoli prepara il Piano B

LA SECONDA RETE DEGLI AZZURRI – Il Napoli insiste e trova anche il raddoppio al minuto 22′ con Manolo Gabbiadini. L’azione del goal nasce da un’ottima collaborazione degli azzurri che sfruttano la superiorità numerica in corsia laterale. Hamsik, vista la sovrapposizione di Insigne, lo serve nella corsa, con Lorenzo che prova a calciare ma trova la respinta di Andersen. Sul pallone si fionda Gabbiadini che indietreggia col corpo in modo da trovare la giusta coordinazione per mettere palla dentro:

1
Insigne va in sovrapposizione e Hamsik lo serve nella corsa
2
Gabbiadini mette palla in rete

TERZA RETE DEL PRIMO TEMPO – Un Napoli mai domo e mai sazio continua a macinare gioco e a creare occasioni, arrivando a chiudere il primo tempo sul 3-0. La terza rete arriva al 37′ ancora con Gabbiadini che si conferma bomber di razza. L’azione degli azzurri però è da manuale del calcio, quasi da scuola calcio. Sì, perché Insigne e Strinic si creano una combinazione a due partendo dalla rimessa laterale: Strinic batte la rimessa per Insigne e va subito ad attaccare lo spazio; Insigne di prima intenzione serve l’esterno croato con un colpo di testa preciso:

1
Insigne, servito da Strinic su rimessa laterale, restituisce palla all’esterno croato

Sul cross di Strinic si crea una confusione in area del Midtjyllan. Il primo ad approfittarne è ancora Gabbiadini che, ritrovatosi il pallone tra i piedi, lascia partire un sinistro violento sul quale il portiere non riesce a portare nessuna opposizione:

LEGGI ANCHE:   Nuovo centrocampista per il Napoli: affare "alla Anguissa"
2
Terzo goal di Gabbiadini

Il primo tempo si conclude sul risultato di 3-0. Partita e qualificazione già praticamente archiviate.

LA RETE DEL 4 A 0 – Nonostante il risultato sia più che rotondo, gli azzurri non si fermano e vanno ancora in rete, questa volta con Maggio. Al minuto 54′ El Kaddouri serve l’esterno del Napoli con un preciso passaggio filtrante. Maggio, partito come un razzo, riceve palla e si lancia verso la porta avversaria. Non appena si vede accerchiato in area di rigore dai difensori danesi, lascia partire un diagonale perfetto che porta il Napoli sul 4-0:

1
El Kaddouri vede l’inserimento di Maggio e gli serve un pallone preciso
2
Maggio, giunto in area, incrocia il suo tiro sul secondo palo

QUINTA E ULTIMA RETE – Per una serata perfetta manca solo la rete su calcio da fermo. E anche su questo aspetto Sarri viene accontentato dai suoi ragazzi. Al 76′ infatti arriva anche il primo goal del Napoli su calcio d’angolo. Uno schema chiaro da parte degli azzurri, che portano quattro uomini nei pressi del portiere avversario, lasciando in questo modo ampio spazio per Callejon, totalmente dimenticato dagli avversari, che insacca su colpo di testa:

1
Goal su calcio d’angolo del Napoli con Callejon che colpisce di testa

Nappo Salvatore

RIPRODUZIONE RISERVATA