shinystat spazio napoli calcio news Terzo posto, la certezza (il Napoli) contro la sorpresa (la Samp). Battere i doriani per ristabilire le gerarchie

Terzo posto, la certezza (il Napoli) contro la sorpresa (la Samp). Battere i doriani per ristabilire le gerarchie


Tra gli elementi che rendono il calcio estremamente affascinante figura di certo l’imponderabilità. Non esiste una stagione in cui i pronostici non vengano sovvertiti, in cui le razionali supposizioni non lascino il campo alle considerazioni che talvolta possono sorprendere.

VICINI PER CASO – Mai come quest’anno, la sfida alla Sampdoria ha assunto un sapore del tutto inedito. Dagli intrecci di mercato ai due vulcanici presidenti, passando per la classifica, la quale sovrasta tutto ed è l’unico metro di giudizio pragmatico e diretto. Tale implacabile metro vuole i blucerchiati, al momento, in lizza per quel terzo posto che vale l’agognata qualificazione ai preliminari di Champions League. A stretto contatto proprio con il Napoli. Inimmaginabile e impronosticabile fino a qualche mese fa, vuoi per le ambizioni poi rivedute al ribasso degli azzurri, vuoi per quelle della Samp, ormai da circa un ventennio priva di quelle pressioni ed incombenze di risultati che gravano, invece, sul groppone della squadra partenopea. E pure il campo ha parlato, come sempre, eleggendo la squadra di Mihajlovic come la più classica delle sorprese del campionato. Quarto posto, 21 punti, ad una sola lunghezza proprio dal Napoli.

GERARCHIE DA RISTABILIRE – Lo stesso Napoli che convive da sempre con il fardello dell’obbligo della vittoria. Un successo che in questo caso assumerebbe svariati significati e si tingerebbe di diverse sfumature. Gli azzurri hanno bisogno di ritrovare il feeling con i tre punti dopo i due pareggi consecutivi contro Cagliari e Sparta Praga che tanto amaro in bocca hanno lasciato ai tifosi. Se la partita di Europa League, quantomeno dal punto di vista della qualificazione ottenuta e non certo del gioco, può essere considerato un bicchiere mezzo pieno, il circo degli orrori andato in scena al San Paolo sette giorni fa contro la truppa di Zeman grida ancora vendetta.

Battere la Sampdoria per ritrovare quella continuità in campionato che, prima della sosta, aveva permesso al Napoli di compiere importanti passi in avanti. Battere la Samporia per ristabilire le gerarchie del campionato, dare un segnale e tenere lontani in classifica i liguri. Un passo falso, d’altro canto, significherebbe rinvigorire con nuova linfa uno momento di grazia e far vivere di entusiasmo per ancora qualche settimana una squadra come quella doriana, di certo onesta e sorprendente, ma non destinata ad insinuare il Napoli per determinati traguardi. L’obiettivo della squadra di Benitez, quindi, dovrà essere quello di sgomberare il campo dalla pretendenti, consolidarsi quanto prima quale terza forza del campionato per poi chissà, poter pensare di ingranare una marcia più alta per tenere il passo delle prime due. 

@AntonioAllard