shinystat spazio napoli calcio news Grande apprensione per Lorenzo Insigne, oggi il verdetto definitivo sul suo infortunio

Grande apprensione per Lorenzo Insigne, oggi il verdetto definitivo sul suo infortunio


Fiorentina-Napoli, è il 24′ del primo tempo: scontro di gioco per Lorenzo Insigne che nell’impatto con il terreno, poggia male il ginocchio destro. Tantissimo dolore per lo scugnizzo di Frattamaggiore che stringe i denti un secondo ma non ce la fa e chiede il cambio. Un minuto dopo in campo entra Mertens ma la scena alla quale si assiste non è delle più rassicuranti: Lorenzo viene portato a braccia negli spogliatoi, non ce la fa a camminare, con il volto rigato dalle lacrime. Benitez è preoccupato, Montella gli dà una “pacca sulla spalla” a dimostrazione quanto il fair play e la vicinanza ad uno dei più grandi talenti del calcio italiano vada oltre una partita o una rivalità in campo. La prima diagnosi del Dottor De Nicola, poi confermata a fine gara, non è delle più rassicuranti: distorsione al ginocchio destro, con interessamento dei legamenti. Si preannuncia almeno un mese di stop ma in caso di lesione, potrebbe ammontare a molto, molto di più.

LA BEFFA. E’ davvero un peccato perdere Insigne e proprio in questo momento: dal 5 ottobre, quando ha siglato la splendida rete del momentaneo pari contro il Torino al “San Paolo” poi trasformata dagli azzurri in vittoria, non si era fermato un attimo, confermandosi tra i giocatori più in forma e fortemente indispensabili per il gioco di Benitez. Finalmente infatti, è diventato il giocatore che tutti si aspettavano, capace di fare la differenza contro ogni avversaria, creare spazi, sacrificarsi anche in difesa agendo tra le linee, inventando giocate di classe per Higuain e Callejon, supportando la mediana ed andando spesso al tiro anche se a volte ancora impreciso. Un suo lungo stop sarebbe una vera e propria beffa, proprio adesso che il rapporto con la tifoseria inoltre, era tornato ad essere idilliaco e con una convocazione in Nazionale alle porte.

LE SOLUZIONI. Mertens intanto scalpita, in attesa di ritrovare la migliore forma fisica che al momento non è al top. Il belga infatti, anche ieri ha confermato di star vivendo un periodo di appannamento fisico e mentale, dovuta alla grande imprecisione al momento dei passaggi, agli scatti non più fulminei, agendo al 60% delle sue grandissime capacità. Sarà un importante banco di prova per l’ala, chiamata a dare tutto per non far sentire la mancanza di Insigne, che nell’ultimo periodo era tra i migliori azzurri. Oggi in mattinata nuovi esami toglieranno ogni dubbio sulla tempistica dello stop del giocatore. Intanto, un grande in bocca al lupo a Lorenzinho, con la certezza che tornerà ancor più forte di prima.

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA