shinystat spazio napoli calcio news Givova Napoli Basket, la conferenza stampa di Coach Calvani: "Abbiamo dimostrato maturità, soddisfatto della squadra"

Givova Napoli Basket, la conferenza stampa di Coach Calvani: “Abbiamo dimostrato maturità, soddisfatto della squadra”


La Givova Napoli Basket ha superato con il punteggio di 81-69 la Sigma Barcellona, nella partita valevole per il sesto turno del campionato di Serie A2 Gold. Ottima la prestazione degli azzurri al PalaBarbuto, dove spicca un David Brkic da 32 punti.

Alla fine della gara il coach degli azzurri, Marco Calvani, ha parlato in conferenza stampa. Ecco quanto raccolto da SpazioNapoli:

“Certamente non è facile avere il proprio americano con 3 falli già nei primi 10 minuti di gioco. Questo condiziona i tuoi piani di gioco, però ha fatto sì che David Brkic, conscio dell’assenza del suo compagno sentisse ancora di più la responsabilità sulla propria persona e giocasse una grande partita. Abbiamo prodotto tanto anche se non siamo riusciti a raccogliere quanto abbiamo fatto e credo che il disavanzo di soli 11 punti sia alquanto stretto per quanto abbiamo prodotto.

La squadra è riuscita a resettarsi molto bene dopo una partita difficile come è stata quella ad Agrigento, quindi questo dimostra sicuramente una grossa maturità. Abbiamo risolto parzialmente il problema delle palle perse questa sera. Ancora non bene, invece, il discorso relativo ai rimbalzi d’attacco. Lavoreremo in settimana anche per questo aspetto.

Break degli avversari sull’uscita di Spinelli? Non è completamente giusta una chiave di lettura solamente in questo senso. Sabbatino ad Agrigento ha fatto una buona gara, mentre questa sera ha commesso un paio di errori appena sceso sul parquet che l’hanno condizionato. Ma è una prestazione che nasce e muore lì. Traini? Ha finito il percorso con il suo preparatore atletico e della prossima settimana rientra nei ranghi. E’ ovvio che dev’essere rimesso nuovamente in squadra, non è che rientra e fa due ore di allenamento. Si alternerà a dei periodi di riposo. Sarà un lavoro che prenderà un po’ di tempo.

L’intensità nei 40 minuti sta aumentando, ma non è ancora quella che mi aspetto dalla mia squadra. Ricordiamo che comunque abbiamo una squadra nuova, 4/5 del quintetto titolare sono nuovi arrivati, staff nuovo ecc. Ci vuole del tempo per amalgamarsi. Stasera ci sono state vette di eccellenza per qualche giocatore, mentre altri hanno dato di meno. In questo continuo sali-scendi di prestazioni non riusciamo ancora a trovare il giusto equilibrio e questo è il lavoro che dovrò fare io.

Dall’inviato al PalaBarbuto, Antonio Allard