shinystat spazio napoli calcio news Numeri alla mano, qual è il reale valore degli uomini di Benitez?

Numeri alla mano, qual è il reale valore degli uomini di Benitez?


Quando Benitez parla c’è sempre qualcosa da rivedere, spulciare, sottolineare. Il tecnico madrileno si è presentato raggiante in sala stampa dopo la sonante vittoria contro l’Hellas Verona di Mandorlini, in barba a qualsiasi silenzio stampa. Non una scelta improvvisata, né un venire meno al diktat della società. Benitez è la società azzurra e l’ha dimostrato nel post partita di domenica pomeriggio, presentandosi davanti taccuini e microfoni dopo la splendida vittoria dei suoi ragazzi. Le precisazioni sono state d’obbligo alle prime domande incalzanti sul perchè dell’assenza dei giocatori. Parlano i più scafati, quelli che difficilmente si lasceranno andare a dichiarazioni fuori luogo e che riescono, dall’alto della propria esperienza comunicativa, gestire le situazioni anche quelle più delicate come è quella del Napoli degli ultimi tempi.

Un fiume in piena Benitez, nella buona e nella cattiva sorte, quando si vince e quando si perde. Non disdegna mai di presentarsi e dichiarare quello che pensa, quello che ha visto, quella che è per lui la chiave di lettura della situazione o degli avvenimenti. “Questa partita è un segnale delle qualità di questa squadra” ha ripetuto più volte Don Rafè, come amano (o amavano) chiamarlo i tifosi azzurri. Ma qual è sul serio la qualità degli uomini messi a disposizione del tecnico alla seconda stagione sotto il Vesuvio?

I numeri sono numeri, ma vanno interpretati, letti, scandagliati sino a ricavarne un succo limpido che spesso spiega fatti e motivazioni di situazione alle volte incomprensibili. Dati alla mano il Napoli di Benitez è la seconda forza del campionato in quanto a valore del parco giocatori. Duecentocinquanta milioni di euro circa (250,05 mln €) il valore dei venticinque della rosa azzurra, secondo il portale Transfermarkt. I partenopei sono secondi solo dietro alla Vecchia Signora, che vanta un parco giocatori formato da ventisette elementi per un valore totale ben superiore, trecentoventinove milioni di euro (329,00 mln €). Evidente il distacco dei bianconeri dal resto della serie A se sulla seconda vantano un + 80 mln di € circa.

Valore per giocatore – Ma ogni rosa ha il suo numero ed i suoi interpreti. Per meglio confrontare quindi il reale valore di ogni singola squadra, non ci resta che capire quanto sia il valore medio per giocatore delle venti della serie A. I bianconeri la fanno ancora da padroni incontrastati, con un valore medio pari a circa 12,2 mln di € a giocatore, seguiti quindi dal Napoli (10 mln €/gioc), Roma ed Inter (8,5 mln €/gioc), Milan (7,1 mln €/gioc) e Fiorentina (6,5 mln €/gioc). Restano molto indietro le altre compagini con qualche sorpresa. Il Sassuolo vanta un parco giocatore per nulla male con un valore totale pari a 89,68 mln € (9a squadra) seppur i risultati non siano ad oggi soddisfacenti.

La classifica indice del valore?? – Il campionato non è ancora terminato ed anzi siamo appena all’ottava giornata. Tutto ancora è possibile, ma guardando la classifica del valore delle rose è evidente che alcune squadre stiano di gran lunga sopra le aspettative. Su tutte l’Hellas Verona, Sampdoria ed Udinese. Il Parma invece risulta fanalino di coda con una valore globale che si assesta a metà classifica ed i risultati che la condannano a fanalino di coda. Non brilla il Napoli in questo speciale confronto. Gli uomini del presidente De Laurentiis perdono ben cinque posizioni basandosi sul mero confronto valori/classifica attuale. Non se la passa bene neanche Montella, che perde ben sei posizioni rispetto al valore dell’attuale rosa gigliata.

I dati sono dati, nudi e crudi. Quello che è sicuramente da evidenziare è il numero esiguo degli uomini di Benitez. Sembrerà assurdo ma gli azzurri hanno la rosa più esigua della serie A. “Solo” 25 giocatori per Rafa, non significherà nulla ma è comunque un dato da sottolineare. ale la rosa partenopea, vale e non poco. La qualità degli azzurri è comprovata, dati alla mano. Un curiosità per finire il viaggio nei numeri; l’Atalanta, prossima avversaria azzurra, vale “appena” 54 mln di €. Se la matematica non è un’opinione.

Antonio Picarelli
RIPRODUZIONE RISERVATA