shinystat spazio napoli calcio news Koulibaly: "Benitez un grande, pubblico del San Paolo impressionante. Su quest'inizio stagione..."

Koulibaly: “Benitez un grande, pubblico del San Paolo impressionante. Su quest’inizio stagione…”


Kalidou Koulibaly è riuscito a prendersi immediatamente la ribalta in maglia azzurra. Approdato in punta di piedi ha subito sorpreso per la propria maturità, oltre che per le sue innate qualità fisiche e tecniche.

Una maturità, che traspare ampiamente anche dalle dichiarazioni rilasciate al portale francese footmercato.net. Chiaro, dritto al punto, il Koulibaly che ha già imparato a farsi conoscere in azzurro.

Approccio – I primi contatti con la società partenopea risalgono a dicembre dell’anno scorso. Benitez mi chiamò personalmente, l’affare poteva già chiudersi in inverno ma non ci riuscimmo. Credevo non mi avrebbero aspettato altri sei mesi. Ho continuato a lavorare tanto per convincere i dirigenti del Napoli. Siamo rimasti in contatto, Benitez mi ha parlato al telefono, ed infine ai primi di giugno è stato definito il tutto. Per un difensore, l’Italia è il campionato ideale per imparare dal punto di vista tattico. Discutendo con il mio entourage, la scelta fu presto fatta. E’ normale pensare ad altre opzioni, ma sono contento di aver scelto Napoli che mi permetterà di fare un passo avanti nella mia carriera.  

Benitez – “E ‘un grande allenatore, che ha vinto molti titoli tra cui la Champions League. Lavorare con grandi persone, è importante per un giocatore. Fin dal primo giorno mi impressiona. Ascolta, ha soluzioni a tutte le mie domande. Ho chiesto un sacco dei miei movimenti, il mio approccio del calcio italiano. Benitez è un grande uomo, sto progredendo ogni giorno con lui. Questo è il primo allenatore con cui lavoro che ha vinto la Champions, e la differenza si sente.. Sono riuscito a integrarmi, ho fatto l’italiano al liceo così ho avuto le nozioni di base. Ho imparato molto da quando sono qui, ho raccolto tanto in termini di esperienza.

Inizio stagione – Abbiamo avuto un inizio di stagione difficile. Dopo l’eliminazione turno preliminare di Champions League abbiamo avvertito il colpo. Questa squadra meritava di andare in Champions League vista l’ultima stagione disputata. Abbiamo raccolto poco in termini di risultati, ma abbiamo anche giocato buone partite

Passione partenopea  – E’ eccezionale, non ho mai visto niente del genere. Abbiamo giocato un match di qualificazione alla Champions League davanti a 50mila tifosi, è da brividi provare una cosa del genere! Quando ho visto che ne facevamo registrare 25mila sugli spalti, mi sembravano tanti mentre i miei compagni erano quasi delusi. Esco con la mia ragazza e la mia famiglia, e subito i tifosi mi fermano per parlare di calcio. Non riesco a stare fermo cinque minuti senza fare una foto. Questo è il vero fervore, i napoletani amano il calcio e questo è bello.