shinystat spazio napoli calcio news Behrami: "Questo Napoli è senza cuore! Spogliatoio senza leader, soffro per Hamsik"

Behrami: “Questo Napoli è senza cuore! Spogliatoio senza leader, soffro per Hamsik”


Valon Behrami, ex centrocampista del Napoli attualmente all’Amburgo, ha rilasciato un’intervista al “Corriere del Mezzogiorno” in edicola quest’oggi. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli.it: Non sono mai stato contestato a Napoli, assolutamente. E non ricordo di critiche feroci ai miei compagni. Tutto questo perchè abbiamo sempre vinto, ma dopo qualche sconfitta non ci sono stati momenti di crisi particolari.

Contestazione di Berna? Credo che la tifoseria si senta presa in giro e non lo tollera. Il nuovo corso del Napoli era stato preannunciato con grandi aspettative. Vincere ovunque e raggiungere grandi obiettivi senza vedere quanto fatto in passato.

Coppa Italia con Benitez? Sì, lì vincemmo ma gli obiettivi erano altri.

Nessuna protesta? No, perchè la morte di Ciro Esposito ci ha segnati e chi voleva recriminare lo Scudetto ha scelto giustamente il silenzio.

Napoli senz’anima? Questa squadra ha tanta qualità, qualità pura. Valori importanti ma che non rispecchiano l’indole napoletana. Lì la gente vuole vedere sacrificio, giocatori che corrono e sudano per la maglia. E così magari è capace di applaudire anche se perde. Quando c’era Maradona, la sua genialità era supportata da tanta gente capace di lottare e dare l’anima.

Azzurri che non danno il massimo? No, non credo e non sto dicendo questo. Loro stanno facendo tanto, giocando con qualità ma il massimo per Napoli è tutta un’altra cosa. E’ il cuore, quello che manca a quello spogliatoio.

Leader? Non credo ci sia più. Paolo Cannavaro, Pepe Reina lo erano. Sfido chiunque a smentirmi: oggi non vedo un giocatore che possa farsi sentire da tutti e aiutare tutti a risolvere i problemi.

Hamsik? Credo stia soffrendo molto. Lui è il giocatore di maggiore qualità in quella squadra. Sa essere il leader in campo, parla con la palla tra i piedi. Mi dispiace vederlo in una posizione che non gli permette di esprimere il suo valore. Gioca in un ruolo non suo ed è troppo buono per opporsi”.