shinystat spazio napoli calcio news L'Europa League incombe, il Napoli è pronto a blindare la vetta

L’Europa League incombe, il Napoli è pronto a blindare la vetta


Il Napoli volta solo per qualche giorno pagina, rituffandosi con convinzione in Europa League in vista del match di giovedì a Berna contro lo Young Boys. La squadra svizzera è reduce dalla ricca sconfitta contro lo Sparta Praga nell’ultimo turno e dalla cinquina vincente all’esordio contro lo Slovan Bratislava registrando un rendimento piuttosto altalenante. Il team allenato dall’italosvizzero Uil Forte tra le mura amiche non vuole sbagliare per rimettersi in corsa ma davanti a sé troverà un Napoli motivato a preservare la testa della classifica del gironcino a punteggio pieno, sperando in una vittoria del Bratislava che mischierebbe per bene così le carte alle sue spalle.

Il ruolino di marcia degli azzurri in Europa è più che convincente: non solo vede Higuain bomber principe ma gli azzurri sono con merito a punteggio pieno, con ben cinque reti all’attivo e solo una subita nelle prime due gare. Insomma, un cammino davvero positivo che vede i giocatori partenopei particolarmente rivitalizzati quando si tratta di scendere in campo per gli impegni internazionali, nonostante non si tratti della più blasonata Champions. Che sia per una giusta sete di riscatto o per fare bella figura in palcoscenici diversi, fatto sta che il giovedì Hamsik e soci danno spesso il massimo, a differenza di quanto avviene in campionato a fasi alterne.

A Berna servirà una vittoria, senza alibi per svariate motivazioni. La prima è preservare la vetta della classifica e mettersi già al sicuro dopo la prima tornata di gara in attesa della doppietta interna nella fase di ritorno. Poi, altri tre punti conquistati prolungherebbero a cinque i risultati utili consecutivi conquistati nell’ultimo mese, scacciando così ancora un po’ la crisi di inizio stagione. Sarebbe un’altra bella iniezione di fiducia e tranquillità in vista poi del tour de force di fine ottobre con le gare di campionato che si susseguono. Benitez lo sa, idem la sua truppa: oggi si torna a lavorare a Castel Volturno focalizzandosi proprio sui calci da fermo e sulla fase difensiva, per non commettere più gli errori di Milano.

RIPRODUZIONE RISERVATA