shinystat spazio napoli calcio news Quanti dubbi sugli esterni per Benitez. Chi schierarà contro l'Inter?

Benitez alle prese con i dubbi di formazione in difesa, tanti gli interrogativi del tecnico spagnolo


Che sia per infortunio, per squalifica o per scelta tecnica, il Napoli di Benitez non riesce a trovare pace sulle corsie esterne della difesa. Eppure i giocatori da un punto di vista numerico ci sono: Zuniga, Maggio, Ghoulam, Mesto ed all’occorrenza Britos ed Henrique, formano la batteria di terzini a disposizione del tecnico spagnolo.

SENZA PACE. Già nel corso della scorsa stagione in questo ruolo Rafa Benitez ha dovuto fare di necessità virtù. Addirittura, per sopperire all’emergenza fu costretto a schierare Uvini sulla corsia di destra. Nella prima parte del campionato 2013/2014 prima l’infortunio di Maggio, poi quello di Zuniga ed infine quello di Mesto avevano costretto il Napoli a ricorrere al mercato degli svincolati con l’arrivo di Revéillère, potendo contare solo su Armero. A gennaio con l’arrivo di Ghoulam e di Henrique unita alla partenza di Armero, sembrava che l’emergenza fosse rientrata. Purtroppo però, i tempi di recupero di Mesto e soprattutto Zuniga si rivelarono più lunghi del previsto, Maggio subì un problema inaspettato e di una certa rilevanza (uno pneumotorace causato da un colpo in allenamento) e Benitez si ritrovò nuovamente con gli uomini contati.

ANNO NUOVO. In questa prima parte della stagione le cose non sono andate meglio. A creare problemi non sono gli infortuni, ma le condizioni fisiche non al top dei giocatori del reparto più arretrato. Ghoulam, Henrique e Mesto, i primi due reduci dal Mondiale ed il terzo da un lungo stop, non sono riusciti ancora a dare il loro contributo con continuità. Maggio, nonostante metta in campo sempre un grande impegno, mostra degli evidenti limiti. Zuniga è autore di prestazioni altalenanti, anche se quando è in forma è determinante ma non è ancora tornato il calciatore che conosciamo. L’unica alternativa valida è Britos che, fin dal ritiro,  è stato provato anche sulla sinistra: l’impegno del giocatore e lo spirito di adattamento c’è, la fiducia di Benitez pure, le qualità tecniche un po’ meno.

INTER-NAPOLI. Contro i nerazzurri, il problema si ripropone. Ghoulam e Zuniga, tornati da poco dopo le gare con le Nazionali (l’algerino ha giocato 160′, mentre il colombiano 70′), hanno entrambi svolto un lavoro differenziato. Certa dunque la presenza di Maggio a destra ma tutti i dubbi riguardano la corsia sinistra con Britos che diventa il primo e vero candidato per una maglia da titolare. Unica nota “positiva” è l’emergenza che gli avversari hanno nello stesso ruolo: D’Ambrosio starà fuori sei settimane ed al contempo anche Dodò e Nagatomo sono ugualmente reduci da due lunghi viaggi internazionali. Mal comune mezzo gaudio.