shinystat spazio napoli calcio news GdS, Icardi: "Contro il Napoli puntiamo alla vittoria, spero che i tifosi ci sostengano. Higuain? E' un campione ma ne ruberei un altro agli azzurri..."

GdS, Icardi: “Contro il Napoli puntiamo alla vittoria, spero che i tifosi ci sostengano. Higuain? E’ un campione ma ne ruberei un altro agli azzurri…”


Il sempre discusso campione dell’Inter Mauro Icardi ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport dove parla del momento dei nerazzurri, del big match di domenica contro il Napoli ed anche di Higuain ed Hamsik. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli.

“Cresciuto io? Sono sempre stato così. Sono gli altri, all’esterno, ad aver fatto dei film. I compagni mi dicono che sembro uno di 30 anni. La verità è che sono maturato troppo presto. Serve l’aiuto di San Siro. I veri tifosi non fischiano. I veri tifosi se c’è una partita aspettano di vedere come va, poi decidono. Ripeto: non si fischia, si tifa per la propria squadra e il proprio tecnico. Domenica troveremo un ambiente difficile? Sono convinto che la gente ci sosterrà sino al 90’. Certo, oggi sono un professionista e per me non è facile come quando giocavo da bambino. Una volta, in Argentina, vincevamo una partita in maniera così netta che l’allenatore mi spostò in difesa, visto che ero alto e veloce. Ma io ci stavo un secondo e tornavo in attacco. A 10 anni, proprio nel Vecindario, ne feci 9 in una sola gara”.

IL NAPOLI. “Domenica contro il Napoli sarà una sfida molto difficile, lo sappiamo bene. Gli azzurri anche dal loro canto vogliono vincere e venderanno cara la pelle, idem noi che vogliamo riscattarci. Higuain? E’ un grandissimo campione, argentino come me e lo ammiro tantissimo. Credo abbia imparato tantissimo nella sua esperienza al Real, in particolar modo a diventare decisivo in ogni momento di un match. Non è facile vincere la concorrenza di un certo Benzema e vuol dire che è davvero forte. Chi toglierei al Napoli e porterei all’Inter? Sicuramente Marek Hamsik, è troppo forte”.

IL FUTURO. “Del futuro e del rinnovo, invece, non so ancora nulla. Ma ho scelto l’Inter e all’Inter voglio restare. Perché qui c’è la voglia di costruire, perché a Milano si sta da dio, perché Thohir ha le idee molto chiare e perché… voglio stare qui. E poi c’è Mazzarri, che mi fa lavorare tanto pure sulla tecnica: il gol di sinistro al Sassuolo nasce anche da questo”.