shinystat spazio napoli calcio news Una vittoria per continuare sulla strada della ripresa

Una vittoria per continuare sulla strada della ripresa


Voglia di continuare sul solco tracciato dalla vittoria di Sassuolo. Voglia di continuare a camminare su quella strada, nell’attesa di iniziare a correre. Piccoli passi ma convinti nella direzione che tutti conosciamo. Una vittoria per consolidare quelle convinzioni rifiorite dopo la difficile vittoria in Emilia. Rafa Benitez sceglie ancora la strada del turnover in barba a tutti i critici e criticoni.

Rafael confermato tra i pali, Koulibaly e Britos centrali con Ghoulam e Maggio sulle fasce. La linea mediana composta da David Lopez ed Inler dietro ai trequartisti De Guzman, Mertens ed Hamsik. Duvan titolare in attacco, il colosso colombiano sembra aver scavalcato nelle gerarchie lo spagnolo Michu, finito in tribuna. 

Sostanza e convinzione – Un Napoli combattivo scende in campo allo Stadio Pasienky. I cambi effettuati da Rafa Benitez non sembrano incidere sul gioco azzurro. Il Napoli che si muove con scioltezza e dopo qualche minuto di attesa inizia a far girare la palla ed imporre il proprio gioco. Impauriti i giocatori dello Slovan dopo le ultime sconfitte tra campionato ed Europa League. Si attendono sedici minuti per vedere il primo tiro in porta del Napoli. E’ il capitano Hamsik che sente odore di casa e prova la conclusione dalla distanza senza fortuna. Ottima la prova di De Guzman sulla destra, l’olandese inizia a sentirsi a suo agio nello scacchiere azzurro ed è tra i più attivi nella prima frazione. Diverse le conclusioni del folletto olandese che si trova alla perfezione con i compagni e se al termine del primo tempo non figura tra i marcatori è solo colpa dell’eccessiva fretta nella conclusione. Ci pensa però il capitano, finalmente tornato a buoni livelli partita dopo partita. Grandissimo lancio di Koulibaly in area slovacca, di testa Hamsik ad anticipare il portiere in uscita avventata. Finiamo in vantaggio, ottime le indicazioni della prima frazione con De Guzman ed Hamsik sugli scudi.

Milinković, chi?? – L’allenatore dello Slovan prova a cambiare qualcosa nella seconda frazione nel tentativo di recuperare lo svantaggio. Dentro Milinković per Grendel, un centrocampista offensivo per un mediano. E’ proprio lui l’unico protagonista della squadra slovacca. Diverse le occasioni per il giocatore serbo che, complice una difesa al solito ballerina si trova solo a saltare in area al minuto 57. Dopo lo spavento iniziale il Napoli riprende a macinare gioco attendendo lo Slovan per poi ripartire in contropiede. Il secondo gol stenta però ad arrivare; Mertens (unico squillo del belga) scheggia la traversa con un bel tiro dalla distanza e Duvan in azione personale si porta dietro tutta la squadra slovacca per poi perdere il tempo per il tiro. Il tecnico azzurro decide per qualche cambio, dentro Callejon ed Higuain per De Guzman e Duvan. Entra il Pipita ed è subito raddoppio. Pregevole l’assist di Hamsik per il Pipita in area, colpo di testa ad incrociare sul palo opposto ed è 2 a 0. Nel finale minuti di gioco anche per il sempre verde Mesto subentrato ad Hamsik.

Tre punti per volare al primo posto del girone riguardando i risultati delle altre. Tre punti per seguire sulla strada della ripresa, per zittire le polemiche e riavvicinare i tifosi. Passo dopo passo, spalla a spalla, avanti il prossimo.

Antonio Picarelli

Riproduzione Riservata