shinystat spazio napoli calcio news Stadi e progetti, anche la Fiorentina si muove

Stadi e progetti, anche la Fiorentina si muove


A quanto pare dopo la Juventus, l’Udinese e la Roma, anche la Fiorentina inizia a muovere passi concreti per realizzare un nuovo stadio a Firenze più confortevole, moderno e funzionale rispetto allo storico “Artemio Franchi”. La notizia di questi giorni è la nomina da parte del comune del RUP (Responsabile Unico del Procedimento) che formalmente costituisce l’avvio del processo che potrebbe portare all’avvio della costruzione, ma non è ancora chiara la tempistica perché per accedere all’iter agevolato previsto dalla legge dello scorso anno è necessario stabilire che il progetto abbia per il Comune un “pubblico interesse“.

Si tratta di un passaggio formale, ma cruciale, affinché si possano attivare la velocizzazione delle pratiche e le compensazioni economiche per il club, diversamente l’intero processo potrebbe richiedere anni o addirittura non vedere mai la luce.

Stando a quanto riportato dagli organi di informazione, il progetto prevederebbe la costruzione di uno stadio nuovo da 40.000 posti, tutti a sedere e coperti, con il pacchetto completo di servizi degli stadi di ultima generazione, si andrebbe a configurare come un impianto da 4 o 5 stelle UEFA (in grado di ospitare sia gare della Nazionale che finali di Coppe Europee). Ma chiaramente la sostenibilità del progetto per il club dipende soprattutto dalla realizzazione delle opere accessorie, come ad esempio gli spazi commerciali (stimati in 50.000 mq) oppure le strutture ricettive e alberghi (stimati in circa 10.000 mq). Siamo ben lontani dal milione di metri cubi di cemento che sorgerà intorno allo stadio della Roma, ma resta comunque una quantità importante, tutto ruota intorno alla questione del pubblico interesse e alla querelle che dura ormai da anni sull’area individuata per la realizzazione delle opere, l’area Mercafir (che ospita mercato ortofrutticolo e centrale del latte) che la Fiorentina vorrebbe per lo sviluppo del progetto mentre il Comune vorrebbe salvaguardare senza uno spostamento al di fuori del territorio comunale.