shinystat spazio napoli calcio news Segnali di ripresa per la retroguardia azzurra

Segnali di ripresa per la retroguardia azzurra


Una vittoria che porta una ventata di fiducia in casa azzurra dopo queste prime uscite stagionali in Serie A dove il Napoli ha ottenuto solamente 4 punti in 4 partite. La grinta e il cuore impiegata dai ragazzi di Benitez hanno seriamente impegnato il Sassuolo che comunque ha avuto le sue occasioni (una traversa la più nitida), ma una buona difesa è riuscita ad arginare Floccari, Sansone e Zaza.

Benitez ancora una volta ha schierato a sorpresa Britos sull’out mancino: oggi però l’uruguaiano ha giocato una partita sufficiente, limitandosi a difendere molto ed attaccare meno. Coraggioso in alcuni interventi e negli ultimi attacchi del Sassuolo si fa sentire col fisico.
Sulla fascia opposta invece Zuniga ritorna alle origini e viene schierato al posto di Maggio. Anche per lui una buona prova, ma dalla freccia colombiana ci si aspetta di più, soprattutto in fase offensiva dove oggi è stato meno lucido del solito; alcuni disimpegni sbagliati, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Confermatissima invece la coppia centrale Albiol-Koulibaly che partita dopo partita sta trovando l’intesa giusta per garantire solidità al reparto difensivo. L’esperienza dello spagnolo e la forza del francese hanno limitato gli attaccanti neroverdi che si sono resi pericolosi solamente nel finale di partita; inoltre è Koulibaly ad iniziare l’azione del vantaggio azzurro, recuperando un ottimo pallone nella zona di sua competenza.

Dunque segnali positivi per Don Rafè e per il Napoli dalla retroguardia. Ora si deve continuare su questa lunghezza d’onda per garantire una serie positiva di successi e tornare a sognare anche in Campionato. In fondo, siamo solamente alla quinta giornata di Serie A.

Luigi Fervide
RIPRODUZIONE RISERVATA