shinystat spazio napoli calcio news La soluzione migliore del Napoli ha un nome ed un cognome: Marek Hamsik

La soluzione migliore del Napoli ha un nome ed un cognome: Marek Hamsik


“Per me Marek ha fatto un ottimo inizio di stagione, come lo scorso anno. Domenica era un po’ affaticato ed era rischioso schierarlo, anche contro lo Sparta Praga ha fatto la differenza e sono fiducioso, farà la differenza”. Queste le parole di Benitez su Marek Hamsik, capitano del Napoli che, proprio come la sua creatura, non è al 100%. E’ ormai alla sua settima stagione con la maglia azzurra e ha vissuto momenti migliori sia fisici che psicologici il ragazzo slovacco diventato presto la stella di una piazza che, quando è arrivato nell’estate del 2007, lo ha subito adottato. Hamsik silenziosamente ha sempre dato tutto per la maglia azzurra, non chiedendo mai nulla in cambio e guadagnandosi sul campo grazie ad ottime prestazioni e tanti gol, la stima e l’amore dei tifosi che lo hanno eletto beniamino del San Paolo. Ha fatto tanta strada a Napoli, sempre con la testa alta e con quella cresta che l’ha sempre fatto sembrare più alto di quanto già non lo fosse, ha vissuto insieme ai tifosi le gioie per le vittorie e per i traguardi raggiunti e le delusioni per gli obiettivi falliti, diventando, pian piano, uno di loro. E’ partito dal nulla Marek Hamsik, ma con il Napoli è riuscito a crescere e a diventare oggi, il suo capitano, fondamentale in campo anche se non è in ottime condizioni.

La condizione fisica. Non è al massimo Marek Hamsik proprio come avevano capito tutti quando ad Udine Benitez aveva deciso di tenerlo in panchina. La scelta del tecnico non era dovuta al turn over o ad una bocciatura tattica, ma alla condizione dello slovacco, leggermente affaticato. Il Napoli non può permettersi di perdere per infortunio il suo capitano e per questo Benitez aveva deciso di non rischiarlo e di lasciarlo in panchina, vista anche la buonissima gara disputata contro lo Sparta Praga. Quest’anno Napoli non è ancora riuscita a vedere il miglior Hamsik, quello che si inserisce negli spazi e diventa pericolosissimo anche con i suoi tiri da fuori area, quello che in area spaventa tutti con i suoi colpi di testa che quasi sempre finiscono in rete. Benitez però ha fiducia nello slovacco e sa che riuscirà a fare la differenza perchè ha una grande intelligenza tattica che gli consentirà di trascinare la squadra azzurra. Napoli aspetta il suo capitano che ha il compito di riprendersi e di far riprendere un gruppo che sembra aver perso convinzione e stimoli.