shinystat spazio napoli calcio news Omicidio Ciro Esposito, il referto medico svela: "De Santis fu accoltellato"

Omicidio Ciro Esposito, il referto medico svela: “De Santis fu accoltellato”


Daniele De Santis, l’ultrà accusato di avere sparato a Ciro Esposito, fu accoltellato. È quanto si legge nel referto stilato dai medici del reparto protetto dell’ospedale Belcolle di Viterbo dove attualmente è ricoverato. Il particolare è la prima volta che emerge negli atti dell’inchiesta e verrà acquisito dalla Procura.

Le cartelle cliniche potrebbe fornire risposte importanti per ricostruire la dinamica dei fatti del pre partita della finale di Coppa Italia Napoli-Fiorentina del 3 maggio scorso: secondo una perizia del Racis, De Santis sparò contro i supporter azzurri dopo essere stato «sopraffatto dagli aggressori». Ora dai referti dell’ospedale di Viterbo emergerebbe anche che l’ultrà romanista sarebbe anche stato accoltellato all’addome.

Quest’ultimo particolare non sarebbe stato refertato quando De Santis venne portato d’urgenza al pronto soccorso del Policlinico Gemelli mentre, in base a quanto si apprende, le ferite da arma da taglio sarebbero state poi riscontrate dai medici del Belcolle di Viterbo.

Intanto entra nel fascicolo dell’inchiesta sulla morte di Ciro Esposito tutta la documentazione sanitaria riguardante Daniele De Santis, il tifoso giallorosso che il 3 maggio scorso in occasione della Coppa Italia sparò contro i tifosi partenopei durante una rissa avvenuta nella zona di Tor di Quinto. Lo ha deciso il pubblico ministero Eugenio Albamonte al quale è affidata l’indagine.

Daniele De Santis, conosciuto come ‘Gastone’ è attualmente ricoverato per motivi di sicurezza in un reparto protetto dell’ospedale Belcolle di Viterbo. Qui è in attesa di essere operato per le gravi ferite riportate durante lo scontro con i tifosi partenopei. Attraverso l’esame della documentazione medica il magistrato spera di poter ricostruire la dinamica dei fatti e accertare con riferimento al ferimento di Ciro Esposito e altri due tifosi napoletani se e quando De Santis fu colpito con alcune coltellate al ventre.

Di ferimenti non si parlerebbe nella documentazione medica riguardante il ricovero al Policlinico Gemelli subito dopo la rissa. Ad accorgersi delle ferite di arma da taglio sarebbero stati invece i medici di Viterbo. L’indagine del pm Albamonte dovrebbe completarsi entro il 24 settembre giorno in cui davanti al giudice dell’indagine preliminare Giacomo Ebner sarà discussa la perizia sui fatti del 3 maggio.

Fonte: ilmattino.it