shinystat spazio napoli calcio news Buio pesto per il Napoli, ma da questa situazione si può uscire. Serve una svolta definitiva

Buio pesto per il Napoli, ma da questa situazione si può uscire. Serve una svolta definitiva


Il Napoli sembrava essersi ripreso nella partita contro il Genoa dopo il bruttissimo avvio di stagione, caratterizzato dall’uscita della squadra azzurra dalla Champions League. Sembrava aver ritrovato lo spirito giusto per giocare le partite, quella grande voglia di vincere che lo ha sempre caratterizzato ma che aveva un po’ perso, quel cuore che ci vuole ogni volta che si calpesta il terreno di gioco. Invece ieri pomeriggio la squadra di Benitez ha fatto di nuovo un passo indietro, distruggendo tutti i progressi fatti nella prima di campionato. Niente cuore e niente anima in un gioco messo in campo dagli azzurri che non gli ha permesso di segnare un solo gol. Gli uomini dello spagnolo hanno attaccato tantissimo, soprattutto nei primi 25 minuti nei quali erano perennemente nella trequarti del Chievo. I giocatori azzurri erano riusciti anche a procurarsi un calcio di rigore,  fallito però da Higuain. Il momento è tragico per il Napoli e anche quando un campione come il Pipita sbaglia, significa che c’è qualcosa che non va.

La situazione. Le polemiche che ci sono state durante la sosta delle nazionali e quelle alla vigilia della partita di ieri pomeriggio non hanno certo aiutato la squadra a concentrarsi su un match sulla carta abbastanza semplice viste le qualità di ogni singolo giocatore, ma che invece si è rivelata più difficile del previsto. I giocatori non sono sereni e, nonostante Benitez abbia cercato di proteggerli mettendosi in primo piano anche durante la conferenza stampa pre-partita, l’ambiente ha risentito di questa situazione.

I tifosi. Un altro grave problema che pesa sulle spalle dei giocatori azzurri è l’appoggio che sta venendo meno da parte della tifoseria azzurra, stanca di  continuare ad assistere a partite nelle quali il Napoli non riesce ad essere il Napoli e nelle quali non c’è né testa né cuore. Ieri dopo il match perso in casa per 1 a 0, i giocatori azzurri sono stati accompagnati negli spogliatoi dai fischi di uno stadio pieno quanto stanco e infastidito dall’atteggiamento assunto in campo e fuori da quelli che dovrebbero essere gli idoli di un’intera piazza e coloro i quali dovrebbero portare in alto i colori azzurri.

La soluzione. Come può il Napoli rialzarsi e riprendere la propria corsa in campionato?. Questa è una domanda che ha una risposta difficile vista la situazione che ha bisogno solo di una svolta definitiva. Giovedì gli azzurri saranno impegnati in Europa League e lì si spera riescano a dare il massimo in campo provando a portare a casa una prestazione degna delle proprie potenzialità. Hanno bisogno di poter credere nei propri mezzi e devono avere la consapevolezza di poter riuscire a vincere. Solo così probabilmente il Napoli riuscirà ad uscire da un tunnel di prestazioni insoddisfacenti che sembra non avere fine. Le polemiche che si continuano a fare fuori dal campo possono ovviamente pesare sui giocatori, ma loro devono avere la forza di allontanarsi completamente dal mondo esterno e concentrarsi sui propri obiettivi.  I giocatori ci sono, e se qualcuno dei titolari non dovesse essere in ottime condizioni, delle giuste alternative ci sono, anche se probabilmente non sono quelle che la piazza azzurra si aspettava. Ora è tempo di abbandonare le parole ed affidarsi ai fatti perchè tutto è ancora possibile e il Napoli non può permettersi di buttare tutto all’aria.