shinystat spazio napoli calcio news Napoli - Athletic Bilbao sfida inedita, i precedenti azzurri con le spagnole

Napoli – Athletic Bilbao sfida inedita, i precedenti azzurri con le spagnole


Poca fortuna nei sorteggi, è prassi ormai per il Napoli quando l’urna di Nyon esprime i suoi verdetti. L’Athletic Bilbao era senza dubbio l’avversario più ostico(mai superato in casa in 7 incontri da una squadra italiana), e come ormai da costume sarà contro i baschi che gli azzurri dovranno strappare il passaggio del turno alla fase a gironi della Uefa Champions League 2014-2015. Sfida totalmente inedita, mai le due squadre si sono fronteggiate in una competizione europea. Non è una novità invece la sfida spagnola per gli azzurri, incontri emozionanti hanno visto il Napoli disimpegnarsi in terra iberica.

Il veleno del Buitre – Settembre 87, il Napoli di Diego Maradona si affaccia per la prima volta nella competizione dalle grande orecchie, mai avversario più ostico e difficile, la storia di questa competizione, i blancos del Real Madrid. Andata surreale in un Santiago Bernabeu a porte chiuse con i madrileni che si impongono per due reti a zero(Michel su rigore ed autorete di De Napoli). Indimenticabile la sfida del 30 settembre in un San Paolo gremito in ogni ordine di posto, e anche oltre, azzurri in vantaggio con rete di Francini che alimenta il sogno e la speranza degli oltre 80.000 di Fuorigrotta, ci pensa poi Emilio Butragueño ad eliminare i ragazzi del tecnico Ottavio Bianchi.

Incontenibile Daniel – Coppa Uefa 92-23, il Napoli di Ranieri passeggia sul Valencia nei 32esimi della competizione. 5-1 al Mestalla con pokerissimo di Daniel Fonseca, sempre l’uruguagio a decidere l’1-0 della sfida di ritorno al San Paolo.

Sottomarino agrodolce – I precedenti più recenti in terra spagnola sono nella provincia di Castellòn. Avversario il Villareal in ben due competizioni, l’Europa League 2010-2011, che vede prevalere gli spagnoli nei sedicesimi, scialbo 0-0 al San Paolo, poi Pepito Rossi Nilmar sanciscono allo stadio Madrigal l’eliminazione degli azzurri in una sfida in cui il Napoli si era portato in vantaggio con Marek Hamsik e che molti ricorderanno per il “crollo” di una tribunetta. Discorso radicalmente opposto nella Champions League 2011-2012, Napoli matricola terribile nel girone di ferro dove regola gli spagnoli con un doppio 2-0. Hamsik e Cavani marcatori nella vittoria del San Paolo, sempre dello slovacco e di Gokhan Inler la firma nella vittoria in Spagna che porta gli azzurri agli ottavi contro il Chelsea.

 

Edoardo Brancaccio

Riproduzione riservata