shinystat spazio napoli calcio news Il Graffio di Corbo

Corbo: “Antonella, l’altra faccia di Scampia”


Antonella Leardi consegna al rispetto e alla memoria del calcio italiano il suo Ciro. La sobrietà dell’appello contro la violenza nel San Paolo commosso onora Scampia: conosco quel quartiere, ho seguito la faida dei 56 morti cominciata nel novembre del 2004 con tre lupare bianche, e forse mai finita. Ma c’è una Scampia che si riflette nella dignità di Antonella: subisce, soffre, tace. Nel calvario quotidiano di quei ragazzi, di quelle famiglie, di quelle mamme, un quartiere che presta la sua immagine e le sue strade al dolore c’è gente come Antonella che sa nascondere le lacrime e rifiuta la retorica.
È difficile soffrire, Antonella ci insegna come.
Prima o poi la smetteranno di usarla come set del più accanito e bieco business.
Non mi piacciono neanche gli annunci di restrizione: far giocare di giorno e non di notte Roma-Napoli che cosa cambia, quale orrore concella, quanto mistero dissolve? Qualcuno dovrà spiegare perché appare solo adesso è più chiara la dinamica dell’uccisione di Ciro. L’inizio delle indagini con l’arresto di Ciro in ospedale conferma l’emotiva opacità dei primi interventi.

Sarebbe stato bello se il questore di Roma, attaccato nel suo discorso funebre da Luigi de Magistriis, avesse spiegato perché per Napoli-Juventus di Coppa Italia fu predisposto un ben diverso piano di ordine pubblico dal suo. Il collega tagliente, allora responsabile della questura di Roma, non consentì contatto con tifosi romanisti e laziali a napoletani e juventini. De Magistris dopo le invettive di quei giorni non ha insistito. Lasciare le battaglie a metà è come consegnare al vento il nostro tempo migliore.

Tornerò sulla partita del Napoli quanto prima. Ho poca voglia. Koulibaly conferma la buona scelta di Benitez, Hamsik si ripresenta come il Napoli lo aspettava, ed è il miglior acquisto finora, applausi a Callejon dopo l’imbronciato avvio di stagione.
Ma ne riparliamo. Meglio riflettere su Ciro, se deve essere questa la sua serata nel suo stadio.

FONTE corbo.blogautore.repubblica.it/