shinystat spazio napoli calcio news Il Napoli alle prese con il mercato in uscita ma niente paura, c'è Rafa

Il Napoli alle prese con il mercato in uscita ma niente paura, c’è Rafa


Inizierà ufficialmente domani la nuova stagione del Napoli, con il raduno previsto a Castel Volturno. Mancheranno ovviamente coloro che hanno e stanno ancora partecipando ai Mondiali e che osserveranno le meritate vacanze almeno fino a fine luglio, raggiungendo poi i compagni sotto l’ombra del Vesuvio direttamente dal ritorno da Dimaro previsto per i primi di agosto. Con il prossimo mese ci saranno poi le prime scadenze importanti:  ghiotte amichevoli precampionato ed i preliminari di Champions quando poi, dopo soli 10 giorni, inizierà anche il campionato. Tantissimi appuntamenti da non perdere e tanto da programmare: ben lo sa Rafa Benitez, da ieri pomeriggio già all’ombra del Vesuvio e più precisamente negli uffici di Castel Volturno per visionare sia i lavori di ristrutturazione di tutto l’impianto sportivo, che per un primo summit tecnico con il suo staff, per decidere cosa sarà del futuro del Napoli ed in particolar modo della sua rosa.

Al momento infatti, tra i nuovi acquisti ed i giocatori rientranti dai prestiti, il parco giocatori è troppo folto in previsione di Dimaro e, seguendo la politica del club, c’è da sfoltire prima di rinforzarsi. Il discorso non fa una piega ma tra il dire ed il fare ci sono gli alti e bassi di un mercato imprevedibile e che, seguendo la crisi mondiale, si ferma davanti ad un giocatore non troppo promettente o di prospettiva e con un ingaggio fin troppo alto. E’ questo il caso di Goran Pandev, in lista di sbarco per quanto riguarda all’attacco ed in cerca di sistemazione. Troppo poco per una big e troppo alto per una medio piccola, i tre milioni di ingaggio annuali bloccano molte, che vorrebbero il macedone alla propria corte per un mix di esperienza e qualità ma non possono permetterselo.

Discorso diverso per il cileno Edu Vargas, reduce da un Modiale di luci ed ombre, in cerca di estimatrici. Tra questi non c’è Benitez che ha deciso di non puntare nuovamente sul giocatore che, probabilmente, non partirà neanche per Dimaro. Potrebbe invece giocarsi le ultime chance in Val di Sole l’ariete  Duvan Zapata, il quale potrebbe ancora fare al caso degli azzurri, con caratteristiche tecniche diverse a tutti gli altri compagni di reparto. In lista di sbarco anche Dzemaili, Behrami, Maggio ed in parte anche Britos ma si aspetta l’offerta giusta per salutarli, con i giusti ricambi che possano dare smalto e qualità alla rosa del tecnico spagnolo. 

Con la Roma che si sta fortemente rinforzando ed una Juve sempre competitiva infatti, non c’è da abbassare la guardia: il prossimo anno potrà e dovrà essere quello della consacrazione, con un obiettivo ben preciso da raggiungere, lo Scudetto. Non sono previsti alibi, passi falsi o incidenti di percorso: lo scorso anno Callejon e soci si sono fatti le ossa in serie A, adesso è arrivato il momento dei fatti e di dimostrare a tutti di che pasta è davvero fatto il Napoli. Poi c’è la Champions: passare il preliminare per puntare alla fase a gironi e passare il turno, riscattandosi da uno scorso anno davvero molto sfortunato. C’è ancora tanto da fare e dimostrare ma niente paura: Rafa Benitez, come scritto ieri tramite le pagine del suo sito, ha già le idee molto chiare e non vuole deludere le grandi aspettative dei tifosi. Ai posteri l’ardua sentenza.

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA