shinystat spazio napoli calcio news Lorenzo Insigne scalpita, sabato notte il primo atto dell'avventura al Mondiale

Lorenzo Insigne scalpita, sabato notte il primo atto dell’avventura al Mondiale


Parliamoci chiaro: anche se l’Italia scenderà in campo soltanto sabato dopo mezzanotte ora nostrana, l’emozione della prima gara del Mondiale investe tutti, soprattutto chi a Rio, sa di avere sulle proprie spalle una bella responsabilità. C’è chi non trattiene ansia e stress pur essendo abituatissimo a grandiosi palcoscenici come Messi, chi esorcizza l’impegno pensando alla propria situazione sentimentale come Balotelli, chi si gode i colori di casa come il brasiliano Marcelo, chi piange per un infortunio come Reus, chi è forte dei pronostici del caso come gli spagnoli. Poi c’è lui: un piccolo foletto che non ha nulla da perdere e tutto da guadagnare. Gli sembra tutto enorme: Rio, il Mondiale, la chance donatagli con merito da Prandelli. Lorenzo, anzi, Lorenzinho, fa il conto alla rovescia: nei suoi occhi c’è solo il match contro l’Inghilterra ma è già conscio che ufficialmente, la sua avventura inizia stasera.

Davanti a lui i mostri sacri che ha sempre cercato di emulare, insieme agli amici di sempre Ciro Immobile e Marco Verratti che rendono tutto ancora più sorprendente e fantastico. A differenza degli scorsi anni, la Nazionale italiana ha un pizzico di giovinezza e freschezza in più, di quell’estro e di quella spensieratezza che ti fanno raggiungere traguardi inaspettati con la giusta incoscienza. Se fino a ieri la possibilità di giocare quanto prima titolare era remota, adesso le quotazioni di Lorenzo sono leggermente aumentate: Prandelli infatti, lo ha provato nel pomeriggio proprio insieme ad Immobile unica punta, sfruttando al meglio lo stato di forma al top dei due fuoriclasse e la loro grandissima intesa, avendo giocato in quel di Pescara insieme.

E’ probabilissimo che il cittì non mischi già all’esordio con il botto contro gli inglesi le carte in tavola, pur essendo pronto a buttare nella mischia insieme i due ragazzini terribili. Lorenzo aspetta lì, al varco, con l’umiltà e la convinzione giusta di chi crede nei propri mezzi e sa che, prima o poi, un’altra chance gli verrà concessa. Per il momento si riempie gli occhi di colori, paesaggi, esperienze ed emozioni: le ha meritate tutte e sono solo l’inizio di qualcosa di ancora più bello.

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA